“Ferrara Rinasce”: un fondo di 1,7 milioni di euro per le piccole imprese

39

Il sindaco: “entro luglio l’erogazione delle somme”. Delibera approvata dalla Giunta comunale nella seduta del 26 maggio 2020

FERRARA – “Avevamo promesso liquidità da mettere a disposizione delle piccole imprese danneggiate dal lockdown e dall’emergenza coronavirus: oggi in Giunta abbiamo deliberato una variazione al Bilancio di previsione per destinare alle attività come bar, ristoranti, parrucchieri, estetisti, albergatori, ma anche negozi di vendita al dettaglio, taxisti e altri, una somma complessiva da 1,7 milioni di euro, che verrà distribuita attraverso un apposito bando. La somma verrà erogata senza una destinazione specifica di spesa, ma a contrario chi ne avrà diritto potrà utilizzarla a sua scelta per sopperire ai danni da lockdown, per esempio pagando l’affitto, per le utenze o per qualche piccolo investimento utile a riorganizzare il lavoro. Quello di oggi è il primo passo per erogare le somme a luglio, la nostra intenzione, anche per questo intervento che si aggiunge agli altri che abbiamo già messo in campo, è sostenere in modo concreto le attività che formano il tessuto economico e sociale della nostra città”.

Così il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, commenta il fondo da 1,7 milioni di euro che il Comune di Ferrara destinerà ad aziende e attività commerciali danneggiate dal lockdown per l’emergenza Coronavirus. L’assessore al Commercio e al Bilancio Matteo Fornasini è già al lavoro insieme con Sipro e con la Camera di commercio di Ferrara per definire le modalità del bando, le categorie a cui potranno essere assegnati i contributi e le procedure per richiedere il supporto economico. Il bando uscirà a giugno, per garantire alle imprese del territorio la possibilità di accesso a questi finanziamenti entro il mese di luglio.

La cifra finalizzata a finanziare le imprese ferraresi è stata inserita nel Bilancio di previsione 2020-2022 del Comune di Ferrara con la variazione di 1,5 milioni di euro approvata oggi (martedì 26 maggio 2020) dalla Giunta municipale e a cui si aggiungerà un ulteriore stanziamento già previsto in bilancio.

“Il fondo – spiega l’assessore Fornasiniè quello del Bonus Ferrara Rinasce voluto dal sindaco per l’assegnazione di contributi a fondo perduto alle attività commerciali del territorio rimaste inattive nel periodo di lockdown e ora in fase di ripartenza. La variazione di 1,5 milioni di euro è stata approvata oggi in via d’urgenza dalla Giunta e dovrà essere poi ratificata dal Consiglio comunale. Si tratta di un’importante variazione, a cui si aggiungeranno altri 200mila euro già previsti a bilancio, sempre a favore del fondo per le imprese ferraresi”.

Lo stanziamento sarà finanziato utilizzando i risparmi di spesa derivanti dalla sospensione delle rate dei mutui di Cassa Depositi e Prestiti, che la stessa Cassa ha concesso come misura di supporto finanziario per l’emergenza Covid-19 a favore dei Comuni colpiti dal sisma del 2012, con il differimento del pagamento delle rate di ammortamento previste per il 2020 in venti semestralità a partire dal 2021, senza sanzioni né interessi.