Ferrara, aiuti alle famiglie in difficoltà

6

Al via il bando per l’assegnazione di oltre 317mila euro di contributi per il pagamento di affitti e utenze. Avviso pubblico in scadenza il 21 gennaio 2022

coletti sala arazzi mascherina

FERRARA – Nuovi aiuti economici sono in arrivo per le famiglie in difficoltà sotto forma di contributi economici per il pagamento dell’affitto o delle utenze domestiche. A distribuirli, tramite l’Asp Centro servizi alla Persona, con un bando in pubblicazione dal 22 dicembre e con scadenza il 21 gennaio 2022, è il Comune di Ferrara che destinerà a questa iniziativa la somma di 317.011 euro derivante dai finanziamenti statali assegnati nel 2021 ai Comuni, per il sostegno alle famiglie colpite dalla crisi seguita all’emergenza Covid.

L’entità dei contributi una tantum sarà determinata in base al numero di componenti del nucleo familiare: per un componente sarà di 300 euro, per due di 600 euro e per tre o più componenti sarà di 800 euro.

“Come preannunciato – ricorda l’assessore comunale alle Politiche sociali e abitative Cristina Coletti – accanto agli aiuti alimentari che saranno distribuiti dagli enti del Terzo settore del territorio per una somma di oltre 250mila euro, l’Amministrazione comunale ha scelto di distribuire ulteriori aiuti alle famiglie in condizione di particolare difficoltà anche sul versante delle spese riferite alla casa, ossia affitto e utenze domestiche. Le conseguenze economiche dell’emergenza sanitaria stanno infatti continuando a determinare gravi effetti anche su tante famiglie che finora non avevano mai avuto bisogno di aiuti. Per questo abbiamo deciso di destinare una parte dei finanziamenti statali al sostegno economico per il pagamento delle utenze domestiche, particolarmente utile in questo momento, considerati i previsti incrementi globali dei prezzi nel settore elettrico e del gas naturale, solo parzialmente calmierati dalle misure statali per le famiglie meno abbienti. Un’attenzione particolare abbiamo voluto poi riservarla anche a quei genitori, che per potersi occupare dei figli minori in Dad, hanno visto fortemente penalizzata la loro condizione lavorativa e le loro entrate da reddito. A loro sarà data la priorità nell’assegnazione dei contributi”.

Tra i criteri per l’accesso ai contributi figurano la residenza anagrafica oppure il domicilio o la dimora documentabile nel territorio del Comune di Ferrara (es. contratto di lavoro con l’impresa/Ente avente sede operativa nel territorio di detto Comune; figli in obbligo scolastico iscritti presso istituti del territorio; altro) e la riduzione delle entrate del nucleo familiare nel periodo gennaio-settembre 2021, derivante ad esempio da cassa integrazione, riduzione dell’orario di lavoro, sospensione dell’attività lavorativa imposta dallo Stato (per dipendenti e autonomi), interruzione di contratti di lavoro stagionali o atipici. E’ titolo per l’accesso alle misure di sostegno anche l’assenza di occupazione con mancanza di requisiti per accedere alla cassa integrazione.

Altri criteri per l’ammissione ai contributi sono quelli relativi al possesso da parte del nucleo familiare di un Isee non superiore a 17.428,46 euro e al possesso di risorse finanziarie a qualsiasi titolo detenute (c/c e libretti bancari e/o postali, depositi di qualsiasi tipo, investimenti mobiliari ecc.), non superiori a 15mila euro (da autodichiarare con data non antecedente al 30/09/2021).

La priorità nell’assegnazione dei sostegni sarà data a quei nuclei non assegnatari di altre forme di sostegno pubblico nello stesso periodo di tempo, esclusi i buoni spesa Covid, i fondi affitto 2019, 2020 e 2021.

Sia nel caso in cui non siano stati percepiti altri benefici economici sia nel caso in cui se ne sia usufruito, sarà titolo prioritario per l’accesso alle misure di sostegno la riduzione del reddito del nucleo familiare per cessazione, sospensione o riduzione dell’attività lavorativa connessa a compiti di cura nei confronti di minori in Dad.

I cittadini in possesso dei requisiti previsti potranno presentare richiesta (sul modulo scaricabile online) tramite posta elettronica all’indirizzo: sostegniallefamiglie@aspfe.it (avendo cura di allegare tutti i documenti richiesti) o tramite consegna a mano all’Ufficio Protocollo di Asp Centro Servizi alla Persona (via Ripagrande 5, Ferrara, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13).

Ogni nucleo familiare potrà presentare domanda per uno solo dei due interventi previsti (pagamento canone di locazione o pagamento delle utenze domestiche) e per una sola volta.

Successivamente alla scadenza del bando (22/01/2022), Asp procederà ad approvare una graduatoria secondo l’ordine crescente del valore Isee. A parità di Isee si terrà conto del numero di figli minori presenti nel nucleo e della loro età.

Link diretto al bando sul sito di Asp Ferrara: http://www.aspfe.ithttp://www.cronacacomune.it/notizie/375/avviso-pubblico-dl-n732021-art-53-misure-urgenti-di-solidarieta-alle-famiglie-per-il-pagamento-dei-canoni-di-locazione-e-delle-utenze-domestiche-anno-2021.html