Faenza: La Compagnia Corrado Abbati in “Sul bel Danubio blu” il 29 luglio in Piazza Nenni

10

FAENZA (RA) – L’operetta fa il suo ingresso sul palcoscenico di Teatro Masini Estate in Piazza Nenni a Faenza. La Compagnia Corrado Abbati sarà infatti in scena giovedì 29 luglio alle ore 21.15 con Sul bel Danubio blu, spettacolo nato da un’idea dello stesso Abbati con musiche di Johann Strauss.

Poco più di 150 anni fa Johann Strauss figlio scriveva quello che sarebbe diventato il manifesto di un’intera epoca: Sul bel Danubio blu. Più che un semplice valzer, il simbolo di un mito che ancora oggi vive e si rinnova generazione dopo generazione. Un’espressione di buonumore, di voglia di vivere. Ecco dunque uno spettacolo pieno di gioia, una grande festa piena di emozioni in una gioiosa atmosfera dove a simpatici aneddoti, immancabili equivoci comici, si unisce una colonna sonora che spazia da brani famosissimi ad altri che saranno una piacevole sorpresa per il pubblico. Una “rivista” dove il ritmo della narrazione e l’armonia degli spunti melodici unisono e fondono, in una sequenza di allegri e spensierati episodi, gli stilemi delle espressioni teatrali tipiche dell’epoca: dalla commedia all’operetta, dalla musica da ballo all’opera.

Uno spettacolo pieno di leggerezza e seduzione dove, ballando un vorticoso valzer, può succedere di innamorarsi, perché questa è musica che scioglie i cuori e scalda l’anima.

Biglietti: 20 euro (posto unico).
Prevendite: da mercoledì 28 luglio alla biglietteria del Teatro Masini dalle ore 10 alle ore 13.
Prenotazioni telefoniche (0546 21306): dal lunedì al venerdì dalle ore 11 alle ore 13
Vendita online su Vivaticket
Nella sera di spettacolo la Biglietteria nel Voltone della Molinella aprirà un’ora prima dell’inizio della rappresentazione.
In caso di maltempo, lo spettacolo andrà in scena all’interno del Teatro Masini.
Info: 0546 21306 – www.accademiaperduta.it

TEATRO MASINI
ESTATE 2021

Giovedì 29 luglio 2021 ore 21.15

InScena
COMPAGNIA CORRADO ABBATI
Sul bel Danubio blu
musica di Johann Strauss
da un’idea di Corrado Abbati