Estate a Belriguardo chiude con un recital ambientato a Ferrara

8

VOGHIERA (FE) – Sabato 18 settembre si concluderà la quarantesima edizione di Estate a Belriguardo, la kermesse che quest’anno ha coinvolto quattro diverse location chiuderà in bellezza alle antiche scuderie di Villa Contessa Massari (via Massarenti 1/A, Ducentola FE). La dimora seicentesca deve il nome attuale alla contessa Maria Cristina Massari, nipote della cantante verdiana Maria Waldmann, viaggiatrice e fotografa.

Le scuderie, fresche di restauri, accoglieranno gli artisti del recital “Danze di rinascita, il risveglio dopo la pandemia”, lavoro teatrale che narra il lockdown e la ripartenza: i luoghi che tornano vivi e vissuti, i social che per mesi si sono sostituiti alla vita reale, lo slancio di ritrovare e ritrovarsi, il ricordo di chi ci ha lasciati. Il recital è ambientato nella città di Ferrara, ne fa rivivere le vie e le bellezze artistiche e rende il dovuto tributo ai morti di Bergamo, accolti in Certosa. La tromba che salutò   i   caduti   era   suonata   da   uno  dei   componenti   della   Piccola   Orchestra   dei   Solisti   della Filarmonica di Voghenza, fatto che ha spinto Gaia Conventi – autrice e attrice – a interrogarsi sull’universalità di un evento a cui ognuno di noi ha assistito dal piccolo palcoscenico della propria finestra.

Piccole   storie   che   compongono   la   Storia,   raccontate   per   suggestioni   teatrali  con l’arrangiamento delle Danze Polovesiane di Aleksandr Borodin curato dal Maestro Matteo Forlani. L’ensemble di danze dell’opera lirica “Il principe Igor’”è stato adattato per strumenti a fiato, contrabbasso e pianoforte, rispettando la struttura originaria del componimento. Alla bacchetta il Maestro Roberto Valeriani.

Emanuele Ganzaroli – assessore alla Cultura del Comune di Voghiera e musicista – si dice molto soddisfatto di questa edizione: «È stato un grande successo di pubblico, risultato quasi inaspettato considerando il periodo storico che stiamo vivendo. Serate d’alto livello artistico molto apprezzate e che hanno coinvolto appassionati di musica classica e moderna. Ma occorre ricordare che gran parte del successo lo si deve allo Staff della Società Filarmonica di Voghenza, impegnato da molti mesi nella realizzazione di questi eventi. “Danze di rinascita” sarà la perfetta conclusione di questa quarantesima Estate a Belriguardo: artisti di grande spessore impegnati in un recital che racconta di noi, della nostra gente che ha vissuto momenti terribili ma non ha mai perso la speranza nel futuro e la voglia di ricominciare».

Prima del recital sarà possibile partecipare alla degustazione curata dalla Pro loco di Voghiera: “Tramonto in villa”, dalle 19.30 alle 21. Si consiglia di prenotare chiamando il 348 3526929.

L’ingresso a “Danze di rinascita, il risveglio dopo la pandemia” è gratuito previa prenotazione al sito https://www.filarmonicavoghenza.it/prenota-l-estate/, l’evento si terrà al chiuso. È richiesto il Green Pass.