Energie per la Città compie dieci anni (FOTO)

30

Efficientamento energetico degli edifici pubblici e affiancamento al cittadino – Il resoconto delle attività dal 2011 ad oggi

CESENA – Una continua e strutturale azione di diagnosi energetica a supporto di progetti e interventi di iniziativa comunale che dal 2011 al 2019 ha garantito un risparmio di 3.551.000 metri cubi di gas pari a 2,8 milioni di euro. È questo, in estrema sintesi, il resoconto dell’attività di Energie per la Città che proprio in questi giorni compie i suoi primi dieci anni di esperienza nei settori dell’energy management e del facility management, assumendo il ruolo di Energy Manager del Comune di Cesena.

“Energie per la Città – commenta l’Assessora alla Sostenibilità ambientale Francesca Lucchi – nel corso di questo decennio ha contribuito in modo sostanziale alla costruzione di una politica basata sulle emissioni zero e su un risparmio energetico della città a partire dagli edifici pubblici, penso alle scuole, agli impianti sportivi ma anche ai complessi storici come la Biblioteca Malatestiana, Palazzo Mazzini Marinelli, Palazzo Oir e il Teatro ‘Bonci’. Dal 2011 ad oggi la società è sempre impegnata sul fronte della pianificazione energetica introducendo azioni finalizzate alla riduzione dei consumi finali di energia, migliorando l’efficienza energetica e promuovendo l’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili negli edifici. In una prima fase l’adozione di queste azioni è corrisposta alla redazione del Piano per l’Energia Sostenibile di Cesena e di 7 Comuni della Comunità Montana, più tardi, dal 2019, con il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima 2030 di Cesena. Inoltre, lo scorso anno ha elaborato il PAESC dell’Unione Valle Savio con l’obiettivo di configurare strategie, a supporto dei Comuni, per la riduzione delle emissioni di CO2 e l’adozione di modelli di adattamento climatico. Nel corso di questi dieci anni di intensa attività – prosegue l’Assessora – la società ha eseguito interventi mirati e diffusi di sostituzione di caldaie a condensazione in 63 edifici pubblici e scolastici combinati con il telecontrollo di 90 impianti termici. La strategia si è rivelata fondata su solidi principi tecnici e gestionali: dal 2011 al 2019 sono stati risparmiati 3.551.000 mc di gas pari a 2,8 milioni. Contemporaneamente la progettazione e realizzazione diretta di impianti fotovoltaici: oggi il Comune ne conta 49. A questi si sommeranno gli altri in programma per le sedi di quartiere. È stato così possibile raggiungere una quota di autoproduzione tra il 30% e il 40% sui consumi globali di energia elettrica nel periodo di riferimento dal 2017 al 2019. Inoltre, dal 2018 la società ha allargato la propria operatività al territorio in relazione all’illuminazione pubblica, smart city e alla rete man con l’assunzione del ruolo di referente tecnico per le attività e i progetti del Comune e per le relazioni tecniche con soggetti esterni”.

All’attività tecnica la società ha affiancato progetti rivolti ai cittadini: si pensi alla campagna “Calore pulito” per la manutenzione delle caldaie poi evoluta nello Sportello energia (www.losportelloexc.it): servizio gratuito aperto alle scuole, all’associazionismo giovanile, ai quartieri, alle realtà produttive del territorio e agli ordini professionali e oggi in prima linea nel fornire una prima rete di informazioni a chi è interessato al 110%. L’esperienza maturata a supporto del Comune sui mercati energetici si è tradotta in scala ridotta sulla formazione ai cittadini su “come leggere le proprie bollette” e su “come fare scelte consapevoli”. Ai cittadini, i tecnici della società forniscono consigli su risparmio energetico fonti rinnovabili, partendo dagli interventi che abitualmente progettano e realizzano sugli edifici scolastici e comunali.

“Uno dei risultati più determinanti raggiunti in questi primi dieci anni di attività – commenta l’Amministratore Unico Davide Broccoli – è essere riusciti a far crescere una struttura in grado di supportare il Comune nelle sue esigenze e di affrontare i cambiamenti nel mercato delle energie. Tutto questo è stato reso possibile anche dal lavoro, costante e di qualità, di tecnici solidi e preparati. Adesso guardiamo ai prossimi dieci anni: proseguiremo lungo questa strada cercando di ottimizzare sempre meglio i consumi prestando sempre molta attenzione al comfort e alla fruibilità degli edifici pubblici in cui interveniamo”.

Negli anni anche qualche riconoscimento ai progetti della società e del Comune: Premiati allo SMAU di Bologna nel 2013 per il progetto “CALDAIE IN RETE” E “LE SCUOLE DEL SOLE” e nel 2016 (Premio Innovazione SMAU) per il progetto “ENERGY DIARY” (https://www.energieperlacitta.com/energy-diary/) premiato anche da ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile) nel 2018 al forum PA di Roma. Tra il 2010 e il 2015 partner tecnico del Comune nel progetto EU “School of the Future” che ha coinvolto la Scuola Secondaria di I grado “Tito Maccio Plauto” di Cesena e con un obiettivo raggiunto di riduzione dei consumi di riscaldamento del 75. Nel 2012 è partner nel Progetto EU PASSREG per la progettazione di Edifici Passivi e diventa ufficialmente progettista certificato dal PAssivHaus di Darmstad nel 2013. Recente la partecipazione al progetto Horizon per l’ideazione di Concept di “distretti energetici che producono e si scambiano energia rinnovabile”: Cesena ha candidato il polo edifici pubblici nella zona dell’Ippodromo ( la Scuola Secondaria di I grado di Viale della Resistenza, la palestra Ippodromo del Palaippo e la palestra di ginnastica artistica).

Foto: Assessora Lucchi e Amministrato Unico EXC Davide Broccoli