Elezioni, il sindaco: “E ora non dimenticate Modena”

28
Modena

Muzzarelli si congratula con i parlamentari eletti e annuncia: “Vi inviterò presto, tutti, per discutere insieme i problemi del territorio”

MODENA – Il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli, all’indomani dei risultati delle elezioni Politiche, si congratula con tutti i parlamentari eletti nei collegi uninominali del territorio e con i modenesi eletti nel plurinominale o in altre aree del Paese.

“Sulla base dei risultati delle elezioni – spiega Muzzarelli – siamo tutti consapevoli che ora si apre una nuova stagione per il governo, dopo l’esperienza di Draghi purtroppo interrotta in anticipo per la decisione di alcune forze politiche. Il momento è difficile e sappiamo quali sono i problemi che stanno affrontando famiglie e imprese. E con loro gli enti locali. Mi auguro, quindi, che i nostri nuovi parlamentari si impegnino, insieme a noi sindaci, a tutelare comunque gli interessi del territorio. È un appello – aggiunge Muzzarelli – che rivolgo sia a chi sarà in maggioranza, con responsabilità di governo, sia a chi sarà in minoranza, impegnato nell’opposizione. È importante che non dimentichiate Modena: ci aspettiamo da tutti un contributo costruttivo per il bene delle nostre comunità, all’insegna della collaborazione e della responsabilità”.

Il sindaco, quindi, annuncia: “Vi inviterò presto per discutere insieme sulle priorità da affrontare per non fare fermare i tanti progetti avviati con i fondi del Pnrr, per seguire con attenzione i percorsi per la realizzazione di importanti opere e infrastrutture del territorio (dal nuovo Tribunale alla Complanarina), per garantire che possa proseguire l’iniziativa di potenziamento delle forze dell’ordine all’insegna della sicurezza e per tutte le altre esigenze che ci troveremo ad affrontare”.

Muzzarelli conclude ricordando come, “di fronte ai problemi che stanno affrontando famiglie e imprese, i Comuni hanno bisogno di sostegno da parte del Governo perché spesso sono i primi a essere chiamati in causa dai cittadini. E a noi sindaci servono risorse e strumenti per intervenire”.