Effimero Sovrano

Dal 26 ottobre al 6 dicembre la rassegna di cinema in costume dell’Accademia Nazionale di Belle Arti con proiezioni e incontri collaterali

parma2020PARMA – L’Accademia Nazionale di Belle Arti di Parma e il Comune di Parma – As­sessorato alla Cultura con il Cinema Astra organizzano Effimero sovrano, la prima rassegna a Parma dedicata al cinema in costume. In occasione dei 400 anni del Teatro Farnese e in concomitanza con la mostra Il dovere della festa. Effimeri ba­rocchi farnesiani a Parma, Piacenza e Roma (1628-1750), promossa dalla Fondazione Cariparma e dal Complesso Monumentale della Pilotta, tale rassegna è incentrata sull’effimero nel Seicento.

Ideata dagli accademici Alessandro Malinverni, Carlo Mambriani e Alberto Nodolini, e curata dallo stesso Malinverni, si sviluppa attorno a quattro film e a cinque incontri collaterali pensati per un vasto pubblico. I film trattano dell’architettura dei giardini nella Francia del Re Sole (Le regole del caos); delle feste e dei banchetti alla corte del principe di Condé (Vatel); della vita teatrale nell’Inghilterra di Carlo II (Stage Beauty); del contributo diretto del Re Sole nel campo degli spettacoli (Le Roi danse).

Gli incontri collaterali mirano ad approfondire gli aspetti storico-artistici trattati nelle pellicole, con uno sguardo rivolto alla città: l’inaugurazione del Teatro del Convitto Maria Luigia, visite guidate “speciali” al Teatro Farnese e alla mostra Il dovere della festa, una giornata di studi e una tavola rotonda a conclusione delle proiezioni.

La rassegna è organizzata in collaborazione con Complesso Monumentale della Pilotta, FAI – Delegazione di Parma, Fondazione Cariparma, Società Parmense di Letteratura e Conversazione, Convitto Nazionale Maria Luigia, Centro Studi e Valorizzazione Residenze ducali di Parma e Piacenza, Associazione culturale Il Cavaliere Blu.

Programma Completo

Proiezioni – Cinema Astra, ore 15

Introduzione ai film a cura di Alessandro Malinverni

Sabato 3 novembre

Le Regole del Caos di Alan Rickman (Gran Bretagna 2014)

Anno 1682. Sabine De Barra, donna volitiva e talentuosa, lavora come paesaggista nei giardini e nelle campagne francesi. Finché un giorno riceve un invito inaspettato: è in lizza per l’assegnazione di un incarico alla corte di Luigi XIV. Se, al primo incontro, l’artista della corte del Re Sole André Le Notre appare indispettito dall’occhio attento di Sabine, alla fine sceglie proprio lei per realizzare uno dei giardini principali del nuovo Palazzo di Versailles. Malgrado – e forse proprio grazie – al poco tempo a disposizione, il valore della ricerca artistica individuale di Sabine, del suo “little chaos” sarà presto riconosciuto anche da Le Notre.

Sabato 10 novembre

Vatel di Roland Joffé (Francia, Gran Bretagna, Belgio 2000)

Nel mese di aprile del 1671 il principe di Condè affida al suo uomo di fiducia, François Vatel, l’incarico di organizzare l’ospitalità per il Re Sole, Luigi XIV°, e la sua corte, in visita a Chantilly per tre giorni. I festeggiamenti devono essere i più sfarzosi e memorabili che si possano immaginare e Vatel, che vede l’occasione per porre la sua candidatura come Maestro di Cerimonie di Corte, dovrà far ricorso a tutta la tua arte per stupire il Re Sole.

Sabato 24 novembre

Stage Beauty di Richard Eyre (Gran Bretagna 2004)

Londra, 1660. Edward ‘Ned’ Kynaston, il più famoso interprete teatrale di ruoli femminili, vede andare in frantumi il suo mondo scintillante quando il re Carlo II, stanco di vedere sempre gli stessi attori, decide di cambiare la legge e di permettere anche alle donne di calcare le tavole del palcoscenico. Caduto in depressione, Ned medita il suicidio. In suo aiuto accorre Maria, la fedele costumista personale che lo ha sempre ammirato, anche se con un pizzico di invidia, che divenuta a sua volta attrice, gli insegnerà come tornare a recitare.

Sabato 1° dicembre

Le Roi Danse di Gérard Corbiau (Belgio, Francia, Germania 2000)

Ambientato nella Francia del XVII secolo, il film illustra la salita al potere di Luigi XIV di Francia, il Re Sole, vista attraverso gli occhi del compositore di corte Lully. L’ascesa del sovrano e la sua crescente influenza a corte sono contornate dall’elaborata presenza delle danze e delle musiche che furono lo scenario del periodo di massima gloria del regno di Francia.

Proiezione in lingua francese, con sottotitoli in francese

Ingresso alle proiezioni

Biglietto intero: € 6,00

Biglietto ridotto (Argento Vivo, Circolo di Lettura, Associazione Amici del Maria Luigia e FAI): € 4,50

Abbonamento alle 4 proiezioni: € 14,00

Incontri

Venerdì 26 ottobre – Convitto Nazionale «Maria Luigia», ore 17.30

Inaugurazione del teatro con le conversazioni di Carlo Mambriani, I teatri dei Convittori dal Seicento a oggi, e di Tiziano Fusi, Il restauro del teatro. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Giovedì 8 novembre – Palazzo Bossi Bocchi-Fondazione Cariparma, ore 15.00 e ore 16.00

Visite guidate con Francesca Magri, Alessandro Malinverni e Carlo Mambriani alla mostra Il dovere della festa. Effimeri barocchi farnesiani a Parma, Piacenza e Roma (1628-1750).

Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Venerdì 16 novembre – Teatro Farnese, ore 17.00

Visita guidata al Teatro Farnese con Simone Verde e Carlo Mambriani. Ingresso: € 3,00

Venerdì 23 novembre – Voltoni della Pilotta, dalle 9.30 alle 18.00

Giornata di studi Il Teatro Farnese di Parma 1618-2018

Per maggiori informazioni: www.pilotta.beniculturali.it

Ingresso libero.

Giovedì 6 dicembre – Convitto Nazionale «Maria Luigia», ore 17.30

L’effimero dalla realtà al cinema, tavola rotonda coordinata da Francesca Dosi con Michele Guerra, Francesca Magri, Alessandro Malinverni, Carlo Mambriani, Diego Saglia.

Ingresso libero.

22-24 febbraio 2019 – I Fasti dei Farnese a Roma

Viaggio esclusivo nella città eterna a cura di Alessandro Malinverni e Carlo Mambriani.

Per info: Simoni Viaggi 0521-228311; sara.martinelli@simoniviaggi.it