È scomparso Franco Buzzi, il cordoglio dei cooperatori

97

RAVENNA – I cooperatori di Legacoop Romagna esprimono il più sentito cordoglio per la scomparsa di Franco Buzzi, dirigente cooperativo di altissimo valore.

La sua esperienza professionale si è sviluppata per gran parte all’interno del movimento cooperativo ravennate e nazionale, ricoprendo importanti incarichi, a cominciare dalla presidenza della CMC. Per lunghi anni è stato poi al vertice dell’Associazione Nazionale Cooperative Produzione Lavoro (ANCPL). Nella sua prestigiosa carriera Buzzi è stato anche presidente del consiglio di sorveglianza del Consorzio Cooperative Costruzioni di Bologna. Dopo il pensionamento ha prestato servizio come presidente dell’ATM di Ravenna.

«Di lui ricordiamo i principi morali, la competenza in ogni settore in cui ha agito, la dedizione al lavoro e la capacità critica che lo spingeva ad essere un innovatore, attento alle dinamiche di cambiamento delle imprese e dei mercati. Un vero cooperatore. Ci stringiamo alla moglie, alla figlie, ai nipoti e ai tantissimi che lo hanno conosciuto e stimato«, dichiara il presidente di Legacoop Romagna, Mario Mazzotti.

«La scomparsa di Franco Buzzi, a lungo presidente nazionale della cooperazione di produzione e lavoro, addolora profondamente. In Buzzi i valori della solidarietà e della dignità del lavoro facevano parte del bagaglio umano ancora prima che di quello professionale. Non dimenticherò il suo calore, l’umanità che permeava ogni sua azione. Anche a nome della presidenza regionale di Legacoop e di Legacoop Produzione e Servizi mi stringo ai suoi cari in questo momento tanto doloroso»: così il presidente di Legacoop Emilia-Romagna Giovanni Monti.

Foto: Franco Buzzi