“Donne: lavoro e arte”

7

Alla Passerini Landi una mostra ripecorre il protagonismo e l’impegno femminile

PIACENZA – Sarà inagurata ufficialmente martedì 22 novembre alle 18.30, nello spazio espositivo al piano terra della Biblioteca Passerini Landi, la mostra “Donne: lavoro e arte”, che già da lunedì 21 si potrà visitare negli orari di apertura della sede di via Carducci ma nella serata di apertura sarà accompagnata anche dalla musica del complesso Pink Notes Jazz.

Organizzata in collaborazione con l’Associazione Toponomastica Femminile, l’esposizione raccoglie una serie di pannelli selezionati da due mostre precedentemente realizzate – “Donne e lavoro” e “Note femminili”. La prima propone un ricco repertorio di fotografie di targhe stradali intitolate a categorie di lavoratrici e protagoniste della storia, oltre a immagini dedicate alle professionalità femminili, tra foto d’epoca e altre più attuali, che testimoniano la fatica del lavoro, l’impegno, i successi e le lotte per l’ottenimento di diritti e parità. La seconda comprende invece pannelli biografici ch eraccontano una parte significativa dell’universo a sette note cancellata dalla storiografia europea dell’Ottocento: compositrici e musiciste sono indicatrici di un’identità sociale discriminatoria e misogina, che ha negato visibilità e memoria a numerose figure femminili a dispetto – o forse proprio per questo – della loro aurotevolezza e della stima loro riconosciuta nelle arti. La mostra resterà esposta sino al 3 dicembre.

L’Associazione Toponomastica Femminile nasce nel 2012 con l’intento di restituire visibilità alle donne che hanno contribuito, in tutti i campi, a migliorare la società. Il gruppo di ricerca, formato a livello nazionale da oltre 300 associati, pubblica articoli e dati su tutto il territorio italiano, facendosi portavoce con le istituzioni dell’impegno a ridurre il gap di genere nelle intitolazioni pubbliche degli spazi urbani, promuovendo iniziative di formazione, eventi culturali e itinerari turistici nella prospettiva di genere. Dal 2019 ha una propria testata giornalistica, www.vitaminevaganti.com e nel 2021 ha attivato il sito www.giovani.toponomasticafemminile.com accanto a quello www.toponomasticafemminile.com .

La referente per Piacenza è Venera Tomarchio.