Domenica 20 maggio la Festa dell’acqua al parco Ferrari

Dalle 15 alle 19, mostre, iniziative di informazione per approfondire la conoscenza dell’acqua, animazioni per bambini, premiazione delle scuole e “Le tue scarpe al centro”

Municipio-Comune-ModenaMODENA – Torna domenica 20 maggio al parco Ferrari “Ho sete di sapere”, la Festa dell’acqua organizzata dal Comune di Modena, assessorato all’Ambiente e Multicentro ambiente e salute (Musa), e dal Gruppo Hera, giunta alla 15ª edizione.

Dalle 15 alle 19 il parco si animerà con mostre, iniziative di informazione e formazione sulla conoscenza e l’utilizzo dell’acqua, laboratori e animazioni per i più piccoli.

Nel programma di quest’anno anche la premiazione, alle 17, dei ragazzi degli istituti comprensivi cittadini che hanno partecipato al bando Musa scuola sul tema “I (r)umori della città”, e delle prime tre classi classificate del concorso “Siamo nati per camminare e vivere in modo sostenibile” che si è svolto lo scorso aprile. Tutti i materiali prodotti dai bambini e dai ragazzi saranno in mostra all’interno della festa.

Prosegue inoltre per tutta la giornata l’iniziativa “Le tue scarpe al centro”, la raccolta di vecchie scarpe da ginnastica e ciabatte infradito in gomma promossa dall’Agenzia per l’ambiente (Arpae) dell’Emilia Romagna e dalla rete regionale dei Centri di educazione alla sostenibilità per trasformare in risorsa un possibile rifiuto e, a Modena, sostenuta dall’Amministrazione comunale e dal Gruppo Hera. La suola in gomma delle vecchie scarpe sarà riciclata per ottenere un granulato che servirà per realizzare mattonelle antiurto di un’area giochi nel Comune di Amaldola colpito dal sisma nel 2016.

Il programma della Festa dell’acqua 2018 propone numerose mostre didattiche su tanti temi collegati all’acqua, come la biodiversità degli ambienti acquatici, la razionalizzazione del consumo di acqua, le modalità di intervento su una tracimazione arginale, i progetti di cooperazione in Kenia, Tanzania e Albania dell’associazione Modena Cefa.

Nei punti informativi si potranno approfondire le buone pratiche per l’uso consapevole dell’acqua e avere informazioni sulle cinque sorgenti urbane in funzione a Modena, sulle attività della Bonifica Burana e del Fai, e sull’acqua che beviamo oltre a entrare in contatto con tante associazioni di volontariato ambientale.

Per la sezione “L’acqua di casa tua” gli studenti del Fermi analizzeranno l’acqua portata da casa dai cittadini; si potranno osservare con un microscopio i microinvertebrati del laghetto; svolgere un’attività di biomonitoraggio con i lcheni nel parco, fare “assaggi” d’acqua e imparare a leggere le etichette mentre Federconsumatori proporrà un laboratorio sull’utilizzo dell’acqua di rubinetto in alternativa a quella in bottiglia.

Diverse le animazioni per bambini: da “Pupazzi naviganti”, con i pupazzetti a sorpresa degli ovetti portati da casa e una grossa conchiglia, alle sculture di palloncini e truccabimbi ai laboratori di riciclo.

La Festa dell’acqua è realizzata in collaborazione con Unimore, Federconsumatori, il Gruppo comunale volontari di Protezione civile, Modena Cefa, Bonifica Burana, Ausl Modena, le associazioni di volontariato La vita per te, Gel, Gev, Legambiente, Tric Trac, Zero in condotta, I guitti, Stregalibro, Istituto tecnico Enrico Fermi, e con la partecipazione di tutti gli istituti comprensivi di Modena.