“Disabilità e innovazione”, idee e soluzioni concrete

24

Al Laboratorio Aperto di Modena un nuovo ciclo di incontri online gratuiti. Primo appuntamento lunedì 10 maggio alle 18 dedicato all’app Action Blocks

MODENA – “Disabilità e innovazione” è il tema al centro del ciclo di incontri on line proposti per il mese di maggio dal Laboratorio Aperto di Modena in collaborazione con la Cooperativa Nazareno, i Laboratori Aperti di Forlì e Ravenna e con l’accompagnamento di Google.

Gli incontri, condotti da diversi specialisti, saranno dedicati alle persone che quotidianamente hanno a che fare con la disabilità. In un mondo sempre più veloce e innovativo, lo sviluppo tecnologico non sempre è visto come una possibilità di inclusione. La presentazione di casi reali, in cui grazie ad un’idea e a un uso di differenti tecnologie e dispositivi è possibile semplificare e migliorare la vita delle persone con disabilità e di chi vive con loro, potrà offrire spunti di riflessione e soluzioni pratiche da adottare nelle singole realtà.

I webinar, aperti a tutti e gratuiti, sono principalmente rivolti ad operatori delle associazioni e cooperative che lavorano quotidianamente con queste dinamiche e si svolgeranno online su piattaforma digitale Zoom sempre di lunedì alle ore 18.

Nel primo incontro, previsto per lunedì 10 maggio, “Da Diva ad Action Block le soluzioni Google per la disabilità” verrà presentato da Lorenzo Caggioni, Google Strategic Cloud Engineer, il progetto Diva, dal quale poi si è sviluppato Action Block, è nato proprio dal desiderio di Lorenzo di aiutare il fratello Giovanni. Grazie alla collaborazione di alcuni colleghi, è stata realizzata l’app Action Blocks che consente di configurare telefoni e tablet in modo che la persona con disabilità possa svolgere qualsiasi operazione, di solito eseguibile tramite l’Assistente Google, toccando una singola immagine. Selezionando una foto è possibile attivare l’azione corrispondente, come contattare le persone, pronunciare una frase, guardare un programma, controllare le luci e molte altre attività. Il dispositivo è particolarmente utile soprattutto alle persone con disturbi della parola e del linguaggio per comunicazioni urgenti. Creato pensando per persone con condizioni correlate all’età e a differenze cognitive, Action Blocks può essere utilizzato anche per chi ha diversità di apprendimento o per accedere in modo molto semplice ad azioni di routine dello smartphone.

Per iscriversi al primo incontro: https://www.tuprenotalo.com/it/event/disabilit-e-innovazione–da-diva-ad-action-block.

Il webinar successivo, dal titolo “Come la tecnologia aiuta l’inclusione musicale: l’Orchestra Scià Scià, il Sound Beam e Scià Scià Motion” è previsto per lunedì 17 maggio alle 17 e sarà dedicato all’Orchestra Scià Scià, ensemble musicale della Cooperativa Nazareno di Carpi in cui si utilizzano strumenti standard e strumenti facilitanti, come il SoundBeam e il nuovo SciàSciàMotion, dispositivi che utilizzano la tecnologia per tradurre il movimento in musica e suono. Per iscrizioni: https://www.tuprenotalo.com/it/event/disabilit-e-innovazione–inclusione-musicale.

La lezione di lunedì 24 maggio sarà invece dedicata al tema “Dalla realtà alle idee: il fundraising come soluzione sostenibile”. Per offrire un inquadramento generale sul fundraising a partire da casi reali. (Per iscriversi: https://www.tuprenotalo.com/it/event/disabilit-e-innovazione–fundraising )

Infine, di “Come dalla realtà possano nascere aperture e innovazioni per tanti. Storia, scopo e metodo del Festival Internazionale delle Abilità Differenti” si parlerà lunedì 31 maggio. Nell’incontro verrà affrontato anche il tema della funzione dei Laboratori Aperti che, attraverso strumenti e competenze, si propongono come facilitatori dell’innovazione (presentazione dell’idea VR per la “Riserva naturale dello Stato Bosco della Mesola”, ricompreso nel Parco Regionale del Delta del Po).

(Iscrizioni per il quarto incontro: https://www.tuprenotalo.com/it/event/disabilit-e-innovazione–festival-internazionale-abilit-differenti )

Per maggiori informazioni si può consultare il sito del Laboratorio Aperto di Modena (https://laboratorioapertomodena.it/) o la pagina Facebook (www.facebook.com/laboratorioapertomodena).