Decima Edizione per la “Ghiacciolata Fanzinara” iniziativa con freschi ghiaccioli e rinfrescanti fanzine

18

Alla Fanzinoteca d’Italia 0.2 immancabile evento d’agosto per rinfrescare la mente e il corpo

FORLÌ – La Fanzinoteca d’Italia 0.2, come consuetudine, sotto il sole e il caldo cocente dell’estate cittadina, per il decimo anno consecutivo promuove l’immancabile “Ghiacciolata Fanzinara“, con freschi ghiaccioli e rinfrescanti fanzine. A seguito del successo riscontrato nelle precedenti edizioni, anche nella stagione estiva targata 2020, propone l’evento per donare refrigerio ai cittadini restati in città, nell’ultima settimana d’agosto, con apertura al pubblico su richiesta. Per tutti gli interessati si potrà percepire, come nelle precedenti proposte, riscontrando un sapore più appassionato, intenso e rinfrescante, dato che i visitatori riceveranno in omaggio ghiaccioli, allo scopo di rinfrescare il corpo, e fanzine per non dimenticare di rinfrescare la mente. Concedendo al pubblico una pausa di sapore gustoso, grazie alla lettura e consultazione delle fanzine, l’unica “Biblioteca delle fanzine” in Italia offrirà, contro il caldo torrido di questi giorni, un ghiacciolo dissetante e, contro il caldo afoso delle consuete e ripetitive letture, in omaggio una fanzine, appagante per refrigerio della mente. Ingresso su richiesta e per il pubblico omaggio ghiacciolo+fanzine, fino ad esaurimento.
Rimasta sempre aperta anche per le vacanze estive, la Fanzinoteca d’Italia 0.2, la biblioteca aperta anche quando le altre sono chiuse, prosegue con le iniziative/eventi/manifestazioni socio-culturali che da 10 anni instancabilmente promuove per la città dio Forlì e tutta l’Italia. Metafora socio-culturale, la “Ghiacciolata Fanzinara” è sempre stata molto gradita dagli intenditori ma, di certo, anche ben accettata da tutte le persone accaldate, disposte a gustare un ghiacciolo e rinfrescarsi, in questa caldissima estate, periodo ottimo anche per leggere e “gustarsi” delle sane e culturalmente “fresche” fanzine. Grazie all’unico fanzinotecario nazionale, Gianluca Umiliacchi, e alla sua conoscenza e professionalità esclusiva nel campo, si formano consigli per un’estate di lettura “diversa”, più viva dalle solite e ripetitive letture, per avvicinarvi a qualcosa di innovativo e più originale come solo le fanzine sanno essere.
Occasione, questa, valida per visitare il Centro Nazionale Studi Fanzine – Fanzinoteca d’Italia 0.2, unica realtà in Italia, con la sua marea, in continua espansione, di donazioni che porta a contenere al suo interno oltre 10.000 documenti fanzinari. Una marea di donazioni formata da fanzine provenienti da tutto il globo, tante dall’Italia, invii dal Trentino alla Sicilia, e molte dal resto del mondo con invii dagli USA, Canada, Brasile, Cile, Francia, Inghilterra, Portogallo, Germania, Romania, ecc., ecc. Con attività sempre più frenetica, anche sotto la calura estiva, senza alcuna vacanza, la sede fanzinotecaria è disponibile all’apertura per coinvolge il pubblico attraverso iniziative sempre allineate alla funzionalità sociale, filo conduttore delle proposte è la ricerca della conoscenza “estroversa” e atipica come quella fanzinara, nel valore reale della libertà di comunicazione e confronto. Un momento questo, grazie anche alla collaborazione del Comitato di Quartiere Ca’Ossi e l’Associazione Culturale 4Live, per conoscere e comprendere la dinamica dell’unica “Biblioteca delle fanzine” nazionale, il solo punto di riferimento per l’Italia, con conoscenze e professionalità esclusive, grazie ai componenti dello Staff Fanzinoteca, valido personale. Per informazioni dettagliatamente sulle iniziative 339 3085390, e-mail fanzinoteca@fanzineitaliane.it e www.fanzinoteca.it
#GhiacciolataFanzinara2020
Nella foto l’esperto fanzinotecario Gianluca Umiliacchi con la locandina dell’evento alla Fanzinoteca d’Italia 0.2