Dalla Polonia per puntare al podio: anche Teklinski e Pszcolarski alla 6 Giorni delle Rose

60

Il primo è campione del mondo in carica nello scratch, il secondo è stato campione europeo della corsa a punti nel 2015 e bronzo agli ultimi mondiali

Adrian Teklinski-mondiale scratchFIORENZUOLA D’ARDA (PC) – Mancano ormai meno di due settimane alla ventesima 6 Giorni delle Rose Internazionale di Fiorenzuola d’Arda (Piacenza), un’edizione (dal 6 all’11 luglio) che promette di essere tra le più belle e combattute di sempre, a giudicare dal livello dei partecipanti.

Alle coppie già ufficializzate si aggiunge infatti anche quella tutta polacca composta dal campione del mondo in carica dello scratch, Adrian Teklinski, e dal campione europeo 2015 della corsa a punti Wojtek Pszcolarski.

Pszcolarski-TeklinskiDue atleti che al Velodromo “Attilio Pavesi” di Fiorenzuola hanno già corso in passato, peraltro in coppia nel 2016, senza tuttavia riuscire a salire sul podio finale, ma piazzandosi al terzo posto nella madison di Classe 1 Uci dell’anno scorso che fu vinta da Elia Viviani insieme al fratello Attilio.

Con la coppia polacca dovranno fare certamente i conti quelle già annunciate: Meyer – Scotson, Thomas – Kneisky, Burke – Emadi e Porter – Wight. Una schiera di campioni (olimpici e mondiali) destinata ad allungarsi da qui al 6 luglio.

Teklinski, classe 1989, è un vero e proprio specialista dello scratch (gara prevista tra quelle di Classe 1 Uci che si correranno a Fiorenzuola e nella quale l’atleta polacco correrà con il body iridato): prima del mondiale di Hong Kong vinto due mesi e mezzo fa, aveva conquistato un bronzo (2015) e un argento (2016) agli Europei della specialità.

Pszcolarski, nato nel 1991, in campo internazionale ha invece ottenuto i suoi migliori risultati nella corsa a punti, laureandosi campione europeo a Grenchen (Svizzera) nel 2015 e mettendo al collo la medaglia di bronzo agli ultimi mondiali di Hong Kong, nella gara vinta proprio da Cameron Meyer, uno dei più attesi alla prossima 6 Giorni delle Rose.