Dall’ 8 giugno nuovo orario alle stazioni ecologiche di Ravenna Nord e Sud,

Da sabato prossimo orario più esteso nei centri di raccolta di via Albe Steiner (Bassette) e via Don Carlo Sala: orario prolungato il sabato fino alle 19.30 e apertura la domenica dalle 9.30 alle 12.30

RAVENNA – Da sabato 8 giugno le stazioni ecologiche (centri di raccolta) di Ravenna Nord (via Albe Steiner località Bassette) e Ravenna Sud (via Don Carlo Sala) avranno un orario più ampio.

Le ore in più sono 6, concentrate nel week end, da sempre caratterizzato da una maggiore affluenza di pubblico: il sabato l’orario di apertura sarà di 12 ore consecutive anziché 9 (dalle 7.30 alle 19.30 anziché dalle 8.30 alle 17.30), mentre la domenica i centri di raccolta saranno a disposizione del pubblico dalle 9.30 alle 12.30. La domenica, inoltre, per tutto il mese di giugno, nelle due stazioni ecologiche di Ravenna saranno distribuiti, a coloro che conferiranno almeno 3 kg di rifiuti, i kit di ecoborse per fare la differenziata, fino ad esaurimento scorte.

Cosa sono e come funzionano le stazioni ecologiche (centri di raccolta)
Le stazioni ecologiche o centri di raccolta sono a disposizione di tutti i cittadini e imprese, integrano le raccolte stradali o domiciliari e rappresentano la soluzione più sostenibile e di minore impatto per il conferimento dei rifiuti urbani differenziati consentendo il massimo recupero di materia.
Presso questi centri si possono portare gratuitamente, oltre ai consueti carta, cartone, vetro, plastica e lattine, oli e batterie, tutti quei rifiuti urbani che devono essere raccolti in maniera differenziata ma, per tipologia, dimensioni o peso, non possono essere inseriti nei contenitori stradali o domiciliari: ad esempio, rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, oli da cucina e minerali, rifiuti da manutenzione del verde, medicinali scaduti, pneumatici, cartucce per stampanti, piccole quantità di inerti, ingombranti di vario genere (possibilmente già separati per tipo di materiale es. legno, metalli, vetro ecc.) , , ecc.
I rifiuti vanno portati con mezzi propri e consegnati separati per tipologia. Si ricorda di portare con sé la bolletta TARI, contente il codice contratto, per velocizzare le operazioni di registrazione e pesatura dei rifiuti conferiti, o la tessera sanitaria dell’intestatario del contratto TARI.
In base al regolamento, l’utente prima dell’accesso è tenuto ad effettuare le operazioni di selezione, a ridurre convenientemente il volume dei propri rifiuti e a rispettare i quantitativi gestionali per singolo conferimento. Ogni stazione ecologica è presidiata da un operatore incaricato dell’accettazione, della gestione e dell’assistenza. L’operazione di pesatura sarà svolta prevalentemente dal personale di presidio, così come il collocamento dei Rifiuti Urbani Pericolosi all’interno degli appositi contenitori.

Ritiro kit per la raccolta domiciliare
Presso le stazioni ecologiche è possibile anche ritirare le dotazioni previste da Hera per fruire del servizio di raccolta domiciliare, che fa parte della riorganizzazione dei servizi in atto nelle frazioni del forese. Per poter ritirare i contenitori è necessario che il titolare TARI o suo delegato si presenti con il coupon di mancato contatto e/o la bolletta TARI.

Le stazioni ecologiche sono intercomunali
Le stazioni ecologiche gestite da Hera nella provincia ravennate sono intercomunali e i titolari di contratto TARI dei relativi comuni possono utilizzarle tutte indifferentemente:. si può andare alla stazione ecologica che, volta per volta, risulta maggiormente “di strada”.

Gli sconti
Per i cittadini che consegnano i rifiuti alla stazione ecologica, correttamente separati, sono previsti incentivi secondo quanto indicato dal Regolamento Ambientale Comunale e di seguito riportato:
– 4 €/conferimento (indipendentemente dal numero di pezzi) con al massimo 3 conferimenti scontabili/anno per apparecchiature elettriche ed elettroniche di grandi dimensioni – RAEE, ingombranti di origine domestica
– 0.15 €/Kg per carta e cartone, lattine, oli alimentari (da cucina), oli minerali (da motore), plastica, vetro, batterie auto

Ritiro gratuito degli ingombranti
E se il rifiuto non entra nel bagagliaio ma è ancora in buono stato e riutilizzabile?
Grazie a ‘Cambia’ il finale’ il cittadino può donare a Onlus e Associazioni no profit dell’Emilia Romagna beni ingombranti riutilizzabili che possono essere recuperati e alimentare così il virtuoso circuito del riuso.
Nel caso in cui il materiale non sia riutilizzabile, si può richiedere il ritiro con il servizio gratuito di raccolta rifiuti ingombranti, dove presente. Basta chiamare il Servizio Clienti 800.999.500 per fissare un appuntamento e, nel giorno concordato, lasciare il rifiuto ingombrante a piano strada, fuori dall’abitazione

Per verificare i nuovi orari e conoscere l’elenco completo dei centri di raccolta e dei materiali conferibili, consultare il sito di Hera www.gruppohera.it, oppure rivolgersi al Numero Verde Servizio Clienti 800 999 500 (gratuito da rete fissa e mobile, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 e il sabato dalle 8 alle 18), oppure consultare l’app ‘Il Rifiutologo’, scaricabile gratuitamente su www.ilrifiutologo.it e disponibile per iPhone/iPad, Android e Windows Phone.