Dal primo dicembre nuove regole per autorizzare i “banchetti” nei Quartieri

Saranno in vigore per le postazioni all’interno dei viali di circonvallazione

Comune di BolognaBOLOGNA – Dal prossimo primo dicembre saranno in vigore nuove regole per l’autorizzazione all’utilizzo del suolo pubblico con banchetti di competenza dei Quartieri. La giunta ha modificato il regolamento che riguarda le piccole occupazioni, ovvero quelle per la raccolta firme, l’attività di carattere promozionale, di propaganda e divulgazione e di raccolta fondi per beneficenza.

Partendo dal presupposto che questo tipo di occupazioni sono una risorsa importante per le associazioni per promuovere le loro attività sul territorio attraverso il contatto diretto con i cittadini si è ritenuto utile evitare fenomeni di accaparramento da parte di pochi soggetti avvenute in particolare nelle zone dei quartieri all’interno dei viali di circonvallazione. Per questo la modifica riguarda la possibilità di concedere l’occupazione di suolo con banchetti e piccoli gazebo per un massimo di 48 ore in un mese solare. Da questa modifica sono escluse le vendite di beneficenza e raccolte fondi organizzate nell’ambito di campagne di carattere nazionale patrocinate da amministrazioni pubbliche o pubblicizzate attraverso canali di comunicazione a diffusione nazionale. Nel caso lo spazio autorizzato non venga utilizzato senza giustificazione in tempi utili decadrà l’intera programmazione dell’occupazione e non si potrà più fare richiesta di ulteriore occupazione per i successivi tre mesi. Sarà altrettanto importante che in caso di raccolte fondi e vendite di beneficenza le persone presenti al banchetto siano, in assenza di chi ha richiesto l’occupazione, soci o dipendenti dell’associazione. Anche in questo caso, se a fronte di controlli le persone non sono autorizzate, decadrà l’intera programmazione dell’occupazione e non si potrà più fare richiesta di ulteriore occupazione per i successivi tre mesi.

La modifica del regolamento avrà un valore anche per le occupazioni già concesse. Per quelle che, dopo il 1° dicembre, hanno in previsione di superare le 48 ore in un mese solare in localizzazioni individuate all’interno dei viali di circonvallazione, si procederà a calendarizzare nuovamente in accordo con il richiedente o, nell’impossibilità di arrivare a un accordo, di revocare i periodi di occupazione oltre i limiti previsti utilizzando il criterio cronologico.

Da queste modifiche sono esclusi i banchetti di natura elettorale e politica mentre si introduce una novità: la possibilità di consentire ai Consigli dei Quartieri l’utilizzo di alcune postazioni nel proprio territorio (non coincidenti con periodi di propaganda elettorale) per promuovere attività e iniziative sostenute dal Quartiere nell’ambito del lavoro di comunità.

“Con queste modifiche garantiremo una migliore accessibilità dei banchetti nel centro a tutte le associazioni – spiega l’assessore al Terzo Settore Marco Lombardo – più equità e una maggiore turnazione per evitare che poche associazioni con modalità predatorie, si accapparino gli spazi, abusando dei loro diritti e escludendo la maggior parte delle associazioni dalla disponibilità di spazi essenziali per la promozione delle loro attività sociali e per favorire la raccolta fondi a fini di beneficenza”.