Dal 7 marzo all’Università di Parma ciclo di seminari sulla criminalità organizzata

28
sede centrale

Organizzato dal Centro Studi in Affari Europei e Internazionali con l’Osservatorio Permanente Legalità. Primo incontro: “Criminalità ambientale, il crimine organizzato e i rischi per l’ambiente e la salute”

PARMA – Nuova edizione per il ciclo di seminari Criminalità organizzata e attività di prevenzione e contrasto: un approccio interdisciplinare, organizzato dal Centro Studi in Affari Europei e Internazionali (CSEIA) dell’Università di Parma in collaborazione con l’Osservatorio Permanente Legalità.

Dal 7 marzo tre incontri aperti a tutte le persone interessate per affrontare tematiche specifiche, con il contributo di esperti ed esperte appartenenti a diversi ambiti scientifici e professionali.

Primo appuntamento giovedì 7 marzo alle 16.30 nell’Aula della Bandiera della Sede Centrale dell’Università di Parma, su Criminalità ambientale, il crimine organizzato e i rischi per l’ambiente e la salute. Dopo i saluti del Direttore di CSEIA Emanuele Castelli il tema sarà presentato da Rosy Battaglia, giornalista e documentarista d’inchiesta. Con lei discuteranno i docenti dell’Università di Parma Marco Deriu e Matteo Truffelli.

Lunedì 11 marzo alle 17, sempre in Aula della Bandiera, Francesco Niccolò Moro, docente di Scienza Politica all’Università di Bologna, interverrà sul tema La nuova geografia delle mafie: insediamenti e violenza al di fuori delle roccaforti tradizionali. Il seminario sarà moderato dal Direttore CSEIA Emanuele Castelli, docente di Scienza Politica all’Università di Parma.

Il ciclo proseguirà il 23 aprile con un seminario sulla nuova direttiva UE sui reati ambientali (ora e luogo da definire) in cui interverrà come relatrice Marina Castellaneta, docente di Diritto internazionale dell’Università di Bari e giornalista del “Sole 24 Ore”. Modererà l’incontro Laura Pineschi, docente di Diritto internazionale all’Università di Parma.