Dal 1° febbraio quattro incontri della Scuola Genitori di Daniele Novara

PARMA – Ieri mattina in conferenza stampa alla presenza di Ines Seletti assessore all’Educazione, di Priscilla Coruzzi presidente dell’associazione “Un villaggio per crescere”, di Lorenzo Sartori di EmilBanca, di Erika Azzali responsabile Settore Operativo Servizi per la Scuola, è stato presentato il ciclo di quattro incontri gratuiti della Scuola Genitori di Daniele Novara in programma nella nostra città.

La realizzazione di questo progetto è stata possibile grazie alla forte volontà dei Servizi Educativi del Comune di e al sostegno dell’associazione “Un villaggio per crescere”, di BCC Credito Cooperativo EmilBanca, di CAMST e di Gedeon Richter.

“Saranno quattro gli incontri gratuiti a cura della ‘Scuola Genitori’ in programma a partire dal 1° febbraio. Oggi più che mai essere genitori richiede sostegno e momenti di condivisione. Con ‘Scuola Genitori’ avremo la possibilità di affrontare le dinamiche genitoriali attraverso aspetti pedagogici con l’aiuto di professionisti, parlarne insieme e approfondire nuove modalità di approccio e gestione. E’ un’ottima opportunità per tutti, gli incontri sono rivolti a genitori, educatori e insegnanti” ha introdotto Ines Seletti.

“Non possiamo che essere felici di aver portato con l’aiuto delle Istituzione e dei privati, Scuola Genitori a Parma. E’ un valore aggiunto alle iniziative della nostra associazione “Un Villaggio per crescere” attenta ai temi dell’infanzia e dell’adolescenza. E’ un evento di grande qualità e offrirà un percorso ricco a coloro che parteciperanno” ha sottolineato Priscilla Coruzzi.

Importante per la realizzazione il supporto di privati tra cui di EmilBanca “in qualità di Credito Cooperativo – ha detto Lorenzo Sartotri siamo attenti al territorio e alle iniziative qualitativamente importati e questo progetto rappresenta gli obiettivi che ci poniamo”.

Infine Erika Azzali ha evidenziato come questo ciclo di incontri rientri negli obiettivi fondamentali del Settore Educativo che pone al centro l’attenzione al benessere della crescita del bambino.

Gli incontri in programma saranno quattro: si lavorerà sulla buona comunicazione, sul saper distinguere tra regole e comandi e sul ruolo genitoriale che richiede tempo e cura.

Il primo appuntamento è per venerdì’ 1 febbraio alle 21.00 presso il Teatro al Parco a cura del pedagogista Daniele Novara “Urlare non serve a nulla”, verrà affrontata la gestione dei conflitti e come poter guidare i figli nella crescita. Molti genitori finiscono spesso per alzare la voce, nel tentativo inutile di farsi ascoltare dai figli quando la situazione sembra stia precipitando.

Nella serata si parlerà proprio di questo e verranno condivise modalità educative da attuare per raggiungere ottimi traguardi nell’educazione dei figli abbandonando l’abitudine di urlare, che è dannosa, sintomo di fragilità e crea solo maggiore confusione e insicurezza.

Gli altri tre incontri sono in programma nelle giornate di sabato 9 marzo, sabato 6 aprile e sabato 11 maggio dalle 16.30 alle 18.30 presso il Palazzo del Governatore in piazza Garibaldi 19. L’ingresso è gratuito.

La ‘Scuola Genitori’, fondata e diretta dal pedagogista Daniele Novara, è un progetto per accompagnare i genitori nel loro compito educativo offrendo le basi educative essenziali e indispensabili per una buona crescita dei figli. Il progetto offre una serie di incontri che prevedono una relazione, da parte di esperti componenti del mondo dell’educazione, e un momento dedicato a domande, aperto a tutti i partecipanti.

Programma

Venerdì 1 febbraio 2019

ore 21.00 presso il Teatro al Parco, Parco Ducale 1.

“Urlare non serve a nulla” con il pedagogista Daniele Novara

Sabato 9 marzo 2019

ore 16.30 presso il Palazzo del Governatore, piazza Garibaldi 19.

“Ogni cosa a suo tempo” con il pedagogista Massimo Lussignoli

Le tappe evolutive per una sessualità consapevole.

I bambini e i ragazzi sono tempestati da immagini e da richiami che fanno più o meno esplicitamente riferimento alla sessualità. In tv, nei cartelloni e negli spot pubblicitari, sul web sono tante le allusioni che li spingono verso la precocità.

E l’argomento sesso è un tabù spesso ancora difficile da scardinare: in famiglia c’è ancora tanto imbarazzo e la maggior parte delle volte i genitori non sono pronti a dare risposte alle domande che figli fanno. Evitare l’argomento però non è una buona soluzione.

Ai genitori è chiesto di intervenire, di educare alla sessualità senza colpevolizzare e senza anticipare i tempi.

Sabato 6 aprile 2019

ore 16.30 presso il Palazzo del Governatore, piazza Garibaldi 19.

“L’equivoco del dialogo con i figli” con Paolo Ragusa, counselor e formatore CPP

Gestire i conflitti in adolescenza

Essere educatori efficaci, genitori in grado di ascoltare, di essere autorevoli e non autoritari, di saper stare nei conflitti con i figli senza colpevolizzarsi e riuscendo a dare regole sostenibili è una competenza da costruire giorno per giorno.

Sabato 11 maggio 2019

ore 16.30 presso il Palazzo del Governatore, piazza Garibaldi 19.

“I nativi digitali non esistono” con Paola Cosolo Marangon, consulente e formatrice CPP

Educare i figli all’utilizzo delle nuove tecnologie

Si sente continuamente parlare di generazione touch: bambini e ragazzi sono immersi in una realtà fatta di telecomandi, smartphone, tablet, pc, connessioni, ebook e app.

Per la prima volta nella storia siamo di fronte a un vero e proprio gap generazionale: in tema di mondo virtuale e social network spesso sono i giovani ad aver qualcosa da insegnare agli adulti. È un’idea che affascina e spaventa. E soprattutto i genitori si trovano di fronte a una nuova sfida: esiste una misura educativa nella gestione delle nuove tecnologie?

È necessario definirla, per non perdere il ruolo e la responsabilità formativa e per tutelare i figli da un’invadenza decisamente eccessiva.