Da venerdì 1 ottobre torna in vigore la manovra antismog

6

Da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.30, limiti alla circolazione dei veicoli più inquinanti all’interno delle tangenziali. Tutte le domeniche saranno ecologiche

MODENA – Torna in vigore da venerdì 1ottobre la manovra antismog a tutela della qualità dell’aria, decisa dalla Regione Emilia Romagna, che conferma i limiti alla circolazione già applicati dall’inizio del 2021 con lo stop dei veicoli diesel Euro 4 solo nelle domeniche ecologiche e nei giorni di applicazione delle misure emergenziali.

A Modena, i limiti alla circolazione si applicheranno tutti i giorni, escluso il sabato: dal lunedì al venerdì e tutte le domeniche, dalle 8.30 alle 18.30, non potranno circolare i veicoli a benzina fino a Euro 2; i veicoli gpl/metano fino a Euro 1; i veicoli diesel fino a Euro 3 (anche se dotati di filtro antiparticolato); i ciclomotori e i motocicli fino a Euro 1.

Questi limiti, già adottati da gennaio 2021, resteranno invariati almeno fino al 31 dicembre, termine previsto per lo stato di emergenza sanitaria. L’estensione del blocco strutturale ai veicoli diesel Euro 4 ed emergenziale ai diesel Euro 5 verrà valutata dalla Regione, in accordo con le altre Regioni del bacino padano (Lombardia, Piemonte e Veneto), a partire da gennaio 2022.

Con la manovra, tornano anche le domeniche ecologiche, una misura che, come già lo scorso anno, prevede lo stop anche dei veicoli diesel Euro 4 e che sarà applicata a tutte le domeniche a partire dal 3 ottobre, con esclusione delle domeniche a ridosso di un giorno festivo: i limiti alla circolazione non si applicheranno, dunque, nelle domeniche 31 ottobre e 26 dicembre 2021 e 17 aprile 2022. I limiti alla circolazione sono sospesi anche nei giorni festivi infrasettimanali: lunedì 1 novembre, festa di Ognissanti, mercoledì 8 dicembre, giovedì 6 gennaio, lunedì 31 gennaio, lunedì 18 e lunedì 25 aprile 2022.

A Modena i limiti alla circolazione saranno applicati nell’area compresa all’interno delle tangenziali nord Pirandello, Carducci e Pasternak, via Nuova Estense, strada Bellaria, strada Contrada, via Giardini, complanare Einaudi, strada Modena-Sassuolo, tangenziale Mistral. È comunque sempre possibile, per tutti i veicoli, percorrere la tangenziale e raggiungere i 26 parcheggi scambiatori utilizzando le vie di accesso consentite.

Per quanto riguarda i limiti al riscaldamento, la manovra prevede il divieto di utilizzare biomasse (come legna, pellet, cippato) per il riscaldamento domestico, nelle abitazioni dotate di sistema multicombustibile, nei generatori con certificazione ambientale inferiore a 3 stelle e nei focolari aperti.

Le informazioni sulla manovra, la mappa della zona interessata e tutte le deroghe previste sono disponibili sulla pagina dedicata del sito del Comune di Modena (www.comune.modena.it/argomenti/liberiamolaria). Per informazioni è anche possibile recarsi all’Ufficio relazioni con il pubblico (Urp) di piazza Grande 17, tel. 059 20312; piazzagrande@comune.modena.it.

Le misure emergenziali sono basate sulle previsioni di superamento dei valori giornalieri di PM10 con l’obiettivo di ridurre significativamente gli accumuli di polveri sottili: nei tre giorni di controllo previsti nella settimana (lunedì, mercoledì e venerdì), i tecnici valutano l’andamento delle polveri sottili e, se sono previsti superamenti, decidono l’applicazione delle misure emergenziali a partire dal giorno successivo (e quindi dal martedì, giovedì e sabato) e fino al nuovo giorno di controllo compreso. L’attivazione delle misure emergenziali è segnalata dal bollettino di controllo emesso da Arpae e pubblicato sul sito dell’agenzia.

La manovra antismog resterà in vigore fino al 30 aprile 2022.