Crisi aziendali. Valentini Industrie di Rimini, offerte concrete per l’acquisto dell’azienda

97

Lunedì via libera alla cassa integrazione

logo regione emilia romagnaBOLOGNA – Arrivate proposte di acquisto per la Valentini Industrie di Rimini, storica azienda riminese che produce mobili per la casa e l’ufficio. È quanto emerso nel corso dell’incontro svoltosi nella mattinata di giovedì 4 febbraio in viale Aldo Moro, convocato dall’assessore regionale allo Sviluppo economico e Lavoro Vincenzo Colla, al quale sono intervenuti, oltre la Regione e l’Agenzia regionale per il Lavoro, l’assessore del Comune di Rimini Mattia Morolli, Simone Gobbi per la Provincia di Rimini, i sindacati Cgil, Cisl e Uil, le Rsu e i vertici dell’Azienda.

L’Azienda ha comunicato che venerdì 5 febbraio, come previsto, depositerà un concordato liquidatorio al Tribunale di Rimini unitamente alle diverse proposte di acquisto, tra cui una da parte di un imprenditore del settore che punta ad acquisire tutta la linea produttiva.

“Nel ritenere che l’impresa abbia valutato anche le risposte di solidità finanziaria, restiamo in attesa delle valutazioni che competono al Tribunale– ha commentato l’assessore Colla.- Se la proposta presentata sarà assunta e consolidata nell’ambito della procedura concordataria, saremmo di fronte a un fatto molto rilevante che consentirebbe continuità industriale e occupazionale. Si andrebbero così a salvaguardare le competenze in una filiera importante come quella dell’arredamento, a beneficio non solo dei lavoratori e delle loro famiglie, ma anche dell’indotto di tutto il territorio. Naturalmente siamo impegnati affinché siano garantite soluzioni positive per tutte le persone attualmente impiegate presso l’azienda”.

Nei giorni scorsi è stato firmato un accordo per la richiesta di cassa integrazione straordinaria, Cigs, per cessazione attività, che sarà esaminata dal Ministero del Lavoro nella conferenza congiunta che si terrà lunedì prossimo 8 febbraio. Istituzioni locali e Organizzazioni sindacali sono inoltre impegnate a sviluppare nei prossimi giorni un confronto con gli istituti di credito locali per verificare le condizioni per l’anticipo degli ammortizzatori ai lavoratori.

Il tavolo di salvaguardia occupazionale avviato in Regione rimane aperto in attesa della conclusione dell’asta competitiva che definirà il nuovo proprietario di Industrie Valentini, per un confronto sul futuro dell’azienda riminese.