Covid, obbligo di sospensione dell’accesso di parenti e visitatori alle comunità residenziali per anziani e disabili del territorio della città di Forlì

20

municipio di forlìFORLÌ – L’evolversi della situazione epidemiologica e la crescita preoccupante del numero dei contagi è alla base dell’adozione di un’ordinanza del Sindaco con la quale si sospende l’accesso di parenti e visitatori alle strutture residenziali per anziani autosufficienti e non, nonché alle strutture residenziali per disabili, site nel territorio del Comune di Forlì.

La medesima ordinanza dispone che le direzioni di dette strutture provvedano a potenziare le forme di comunicazione a distanza tra gli ospiti ricoverati e i propri familiari, nel rispetto dei protocolli già attivi e invita altresì tutti gli operatori delle strutture e gli ospiti che ne hanno la possibilità di indossare la mascherina protettiva, secondi i protocolli previsti.

“La priorità di questa Amministrazione” – afferma il Sindaco Zattini – “è quella di garantire la salute e la sicurezza dei nostri anziani e delle persone disabili ospiti delle strutture residenziali, comunque denominate, e di ridurre il rischio di contagio della popolazione fragile più esposta all’insorgere di complicanze legate alla malattia. È in quest’ottica che abbiamo deciso di obbligare le direzioni dei centri residenziali per anziani e disabili a sospendere del tutto l’accesso di parenti e visitatori per le prossime due settimane in attesa di valutare l’impatto di tutte le misure urgenti di contenimento del contagio disposte dall’ultimo Dpcm e quello delle risultanze degli effetti della norma che prevede l’obbligo di indossare le mascherine protettive sia all’aperto che al chiuso laddove si renda necessario”.

Gli obblighi derivanti dall’adozione dell’ordinanza entrano in vigore da domenica 18 ottobre 2020 fino a domenica 1 novembre 2020.