Corso di alta formazione in “Cinema Documentario e Sperimentale”: quinta edizione

7

Promosso dalla Cineteca di Bologna e dall’Università di Parma (CAPAS) con il sostegno della Regione Emilia-Romagna e del Fondo Sociale Europeo. Presentazione domande entro il 13 luglio 2021

PARMA – Dopo gli ottimi riscontri delle prime quattro edizioni, è ai nastri di partenza a Parma la quinta edizione del corso di Alta Formazione in “Cinema Documentario e Sperimentale”, promosso dalla Cineteca di Bologna e dall’Università di Parma (CAPAS – Centro per le Attività e le Professioni delle Arti e dello Spettacolo) con il sostegno della Regione Emilia-Romagna e del Fondo Sociale Europeo (Rif. PA. 2020-15430/RER/01 approvata con DGR 402/2021 del 29/03/2021).

Le iscrizioni sono aperte fino al 13 luglio 2021.

Il corso di Alta Formazione in “Cinema Documentario e Sperimentale” si svolge nei locali del Distretto del Cinema (via Mafalda di Savoia n. 17/A), un’importante attività inaugurata nel 2017 dal Comune di Parma per far crescere la cultura delle arti audio visive e le professioni collegate. È pensato per un numero massimo di 18 studenti, che saranno selezionati sulla base di specifici requisiti minimi richiesti dal bando attraverso la valutazione dei documenti inviati, tra i quali un video o un cortometraggio, di un successivo test scritto di cultura generale audiovisiva e di un colloquio orale, dopo i quali verrà stilata una graduatoria. Grazie al finanziamento regionale, i partecipanti potranno frequentare il corso gratuitamente. È indirizzato a persone residenti o domiciliate in Emilia-Romagna, in possesso di almeno un diploma di scuola secondaria in qualsiasi ambito, con competenze in storia della tecnica del cinema e dell’audiovisivo.

Durante l’attività didattica si privilegerà la formazione tecnico-professionale degli studenti, senza trascurare le competenze produttive e distributive e la consapevolezza storico-teorica necessaria a garantire una piena autonomia d’azione.  

Sono previste 730 ore di didattica (di cui 300 di lezioni frontali e 430 di project work), articolate in 9 moduli:

  • Storia e teoria del cinema documentario e sperimentale
  • Estetiche contemporanee e found footage
  • Regia documentaria
  • La fotografia nelle riprese audiovisive
  • Tecniche di ripresa video, registrazione montaggio del sonoro
  • Tecniche di montaggio e post-produzione
  • Ricerche e scrittura per il cinema documentario
  • Produzione e distribuzione
  • La legislazione, fondi di sostegno regionali e comunitari, le Film Commission

    Il corso presenterà una modalità didattica completamente rinnovata, con un’alternanza costante tra didattica frontale erogata in modalità mista, in presenza e online (sia per fronteggiare l’emergenza sanitaria sia per garantire agli studenti il confronto con professionisti ed esperti del settore di fama internazionale), ed esercitazioni pratiche.
    In particolare, i partecipanti avranno modo di sviluppare in gruppo un project work legato a un corto documentario, seguendone la realizzazione: dalle fasi di sopralluogo e scrittura fino alle riprese e alla postproduzione, avendo a disposizione anche risorse d’archivio e modalità di realizzazione sperimentali.

    Tra i docenti saranno confermati molti dei professionisti che hanno partecipato alle precedenti edizioni. Altri importanti professionisti del settore saranno coinvolti per questa nuova edizione.

    Per partecipare alla selezione è necessario presentare la domanda d’iscrizione pubblicata sul sito della Cineteca di Bologna (https://formazione.cinetecadibologna.it/corso/cinema-documentario-sperimentale-2/).

    Per ulteriori informazioni si rimanda anche alla pagina web del Centro per le Attività e le Professioni delle Arti e dello Spettacolo – CAPAS dell’Università di Parma (https://www.capas.unipr.it/).

    – Prova scritta: 19 luglio 2021
    – Prova orale: 21/22/23 luglio 2021
    – Data inizio lezioni: settembre 2021
    – Termine corso: giugno 2022

    I candidati saranno chiamati a sostenere un breve test scritto di cultura generale audiovisiva e a seguire un colloquio, e al termine dei colloqui sarà redatta una graduatoria di accesso al corso fino al limite dei posti disponibili.