Conversazione “Il segno di Ustica” questa sera a Bologna

8

Giovedì 15 luglio ore 21.15 al Parco della Zucca, via di Saliceto 3/22

BOLOGNA – Quarto appuntamento della rassegna Attorno al Museo, giovedì 15 luglio 2021 alle h 21.15 è Il segno di Ustica, una conversazione sull’eccezionale percorso storico artistico nato dalla battaglia per la verità portata avanti dall’Associazione dei Parenti delle Vittime della Strage di Ustica.

All’incontro, coordinato dal presidente dell’Istituzione Bologna Musei Roberto Grandi e realizzato in collaborazione con l’Istituto Storico Parri, partecipano Luca Alessandrini (storico e direttore Museo della Resistenza di Bologna – Istituto Storico Parri), Daria Bonfietti (presidente Associazione dei Parenti delle Vittime della Strage di Ustica), Giuseppe De Mattia (artista), Flavio Favelli (artista) e Andrea Mochi Sismondi, curatore della pubblicazione che dà il titolo alla serata.

Nel corso della discussione ci si concentrerà sugli stimoli profondi che hanno portato così tante artiste e artisti – autonomamente o su input dell’Associazione – a confrontarsi con la strage e con la molteplicità di questioni che la vicenda solleva.

Si partirà dal volume di recente pubblicazione Il segno di Ustica (Cue Press, 2021), per il quale il curatore Andrea Mochi Sismondi ha incontrato più di cinquanta tra artiste e artisti che si sono posti in relazione con la strage e studiose e studiosi che hanno approfondito il fenomeno per confrontarsi con loro sui diversi approcci che ne hanno contraddistinto il lavoro.

Progetti artistici che entrano in risonanza con il parallelo percorso di ricerca storica che ha portato alle recenti pubblicazioni Ustica. Una ricostruzione storica di Cora Ranci, edito da Laterza e 1980: l’anno di Ustica a cura di Luca Alessandrini, edito da Mondadori.

Grazie al coordinamento di Roberto Grandi, all’intervento di Daria Bonfietti e alla testimonianza diretta degli artisti Flavio Favelli e Giuseppe De Mattia, si condividerà con il pubblico una costellazione di pensieri che intende sollecitare una riflessione aperta sulla dimensione politica dell’arte e sul suo rapporto con la storia.

Serata a ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria, fino a esaurimento posti, sul sito www.attornoalmuseo.it.

In continuità con quanto proposto negli ultimi anni, la proposta artistica di Attorno al Museo parte da opere prime originali che sappiano rivolgere il proprio sguardo al futuro e alle nuove generazioni nella consapevolezza che solo interrogandosi e mantenendo viva l’attenzione sul passato e sulla storia sia possibile dare risposte ai continui mutamenti a cui siamo sottoposti quotidianamente.

I sette appuntamenti in programma, con la consueta versatilità ormai diventata tratto distintivo, scelgono di creare dialoghi peculiari tra gli accadimenti del giugno 1980, l’installazione di Christian Boltanski al Museo per la Memoria di Ustica, il presente e il futuro, spaziando tra installazioni artistiche, teatro, jazz, danza e poesia.

La rassegna è promossa da Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica, con Regione Emilia-Romagna, Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna, Istituzione Bologna Musei | MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna, Comune di Bologna – Quartiere Navile, Bologna Città della Musica UNESCO e fa parte di Bologna Estate 2021, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città Metropolitana di Bologna – Destinazione Turistica.
Main media partner RAI Radio 3, main sponsor Gruppo Unipol.
Si ringraziano T-per, Legacoop Bologna, Gruppo Hera, Coop Alleanza 3.0.
I progetti sono realizzati in collaborazione con Cronopios, Officina Immagine, Bologna Jazz Festival, Danza Urbana e Tra un atto e l’altro.

Nelle serate di spettacolo (1, 8, 15, 19, 29 luglio, 10 agosto 2021) il Museo per la Memoria di Ustica rimane aperto dalle h 20.00 alle 23.00.
Il Dipartimento educativo MAMbo propone una visita guidata gratuita alle h 20.00 con prenotazione obbligatoria alla mail mamboedu@comune.bologna.it entro le h 13.00 del giorno stesso.
L’ingresso al museo è sempre gratuito.

Maggiori informazioni:
www.attornoalmuseo.it
www.associazioneparentiustica.it
www.mambo-bologna.org/museoustica