Controlli della Polizia Locale: il presidio del territorio per il contrasto ai fenomeni di sicurezza e decoro urbano

5

Ieri sera fermate e sanzionate 17 persone sorprese a fare il gioco delle tre palline e altre 21 per il contrasto al fenomeno della prostituzione

polizia- municipaleRIMINI – Continua l’azione costante di presidio del territorio da parte della Polizia Locale di Rimini, un impegno che si estende a tutto il territorio comunale, soprattutto dove insistono fenomeni di degrado urbano e problemi legati alla sicurezza urbana.

Ieri infatti 2 squadre di agenti in borghese, appartenenti alla sezione giudiziaria della Polizia Locale, nel turno serale hanno sorpreso ed interrotto 5 batterie dei cosiddetti pallinari, mentre proponevano ai passati il solito gioco truffa delle tre palline. Sono state 17 in tutto le persone identificate e sanzionate, tutti extracomunitari provenienti dall’est Europa a cui sono stati notificati in tutto 17 verbali da 1000 euro ciascuno, come prevede il regolamento comunale. Per tutti i fermati è stato richiesto alla Questura il foglio di via.

Un’azione incisiva, svoltasi esclusivamente sui viali delle regine partendo da marina centro, dove sono stati allontanati i primi 2 gruppi, fino alla zona di Rivazzurra e Miramare, che si aggiunge ai tanti servizi serali svolti finora con il medesimo obiettivo. Solo dall’inizio di giugno, sono stati sanzionati e allontanati già decine di persone, sorprese a svolgere la medesima truffa ai danni dei turisti.

Il servizio di presidio e controllo del territorio – come di consueto – è proseguito anche in seconda serata nei luoghi più sensibili del territorio per interrompere e sanzionare fenomeni irregolari legati alla sicurezza e al degrado urbano come la prostituzione. Verso mezzanotte infatti le due pattuglie hanno fermato e identificato altre 21 persone sorprese in comportamenti diretti ad offrire prestazioni sessuali a pagamento tra cui un cliente. Oltre ad essere stati allontanati dalla zona, a tutti i fermati è stata notificata la sanzione prevista dall’ordinanza sindacale che prevede una sanzione amministrativa pecuniaria fino a 500 euro (400 euro se pagati entro 60 giorni).

Le pattuglie sono intervenute anche nell’area verde demaniale di fronte al bagno 45, dove sono stati allontanati 5 nomadi sorpresi a bivaccare e dormire sull’erba con cartoni e coperte. Anche per loro sono scattate 5 sanzioni come prevedono le disposizioni del regolamento comunale di 100 euro ciascuna.