Contro le truffe agli anziani prosegue l’impegno del Comune con un avviso pubblico per il lancio di un’ampia campagna informativa

12

Online il bando in scadenza il 25 luglio 2021. Ass. Coletti: “fenomeno sempre attuale e in continua evoluzione. Necessario informare quante più persone possibile”

FERRARA – All’insegna dello slogan ‘Non ci casco’ prosegue il ‘Progetto di prevenzione e contrasto delle truffe agli anziani’ condotto dal Comune di Ferrara con il sostegno della Prefettura.

Dopo la scelta del motto e del logo, selezionati fra quelli proposti dagli studenti dell’Istituto Einaudi , ora il Comune dà il via a una selezione pubblica con scadenza il 25 luglio 2021 (l’avviso è consultabile sul sito www.comune.fe.it) per l’acquisizione di manifestazioni di interesse per la realizzazione della campagna informativa del progetto. In programma l’ideazione e la progettazione di spot per la tv, la radio e la stampa locale, la realizzazione di un volantino da distribuire in 5mila copie, di una locandina informativa, di un video informativo e di un post da pubblicare sul sito internet e sui canali social del Comune. Tutte le iniziative comunicative saranno chiaramente identificabili proprio dal logo e dallo slogan ‘Non ci casco’ vincitori del contest dell’Istituto Einaudi e conterranno suggerimenti e precauzioni per prevenire e scongiurare le truffe, spiegati con linguaggio semplice e immediato.

“Quello delle truffe – sottolinea l’assessore comunale alle Politiche sociali Cristina Colettiè purtroppo un fenomeno sempre attuale e in continua evoluzione, che riguarda le persone più avanti con l’età, ma non solo loro. Per questo l’Amministrazione comunale ritiene fondamentale mantenere costantemente alta l’attenzione di tutti i cittadini su questo pericolo, che assume connotati sempre nuovi e diversi, attraverso una campagna di informazione il più possibile ampia, capillare e declinata nelle varie forme e canali di comunicazione, in modo da poter raggiungere quante più persone possibile”.

Fra i temi che saranno trattati dalla campagna, i pericoli legati a truffe e raggiri in casa o al telefono, ma anche a furti, scippi e borseggi per strada o agli sportelli automatici di banca e posta. Non mancheranno poi i suggerimenti per usare internet in sicurezza e tutti i riferimenti per chiedere aiuto o informazioni e consigli allo Sportello Sociale Unico Integrato del Comune, inaugurato di recente all’interno della Cittadella della Salute di corso Giovecca, e alle Forze dell’Ordine.

Per la realizzazione della campagna di informazione è prevista una spesa massima di 37mila euro, interamente ricompresa nel finanziamento (di 43.800 euro) concesso, proprio per il ‘Progetto di prevenzione e contrasto delle truffe agli anziani’, al Comune di Ferrara dalla Prefettura, con risorse del Fondo Unico Giustizia.

Foto: l’assessore Coletti con Lorenzo Luciani, lo studente dell’istituto Einaudi autore del logo