Contributo per l’acquisto di libri, da lunedì 5 settembre via alla presentazione delle domande

7

Palazzo Mercanti_500PIACENZA – Da lunedì 5 settembre, sino alle ore 18 di mercoledì 26 ottobre, i genitori degli studenti  residenti nel Comune di Piacenza, iscritti e frequentanti le scuole secondarie di 1° e di 2° grado statali, o private paritarie, potranno presentare domanda di contributo per l’acquisto dei libri di testo e dei contenuti didattici (anche in formato digitale), per l’anno scolastico 2022/23. Il bando è rivolto alle famiglie con un reddito Isee rientrante, per il 2022, nelle seguenti due fasce: da zero a 10.632,94 euro; da 10.632,95 a 15.748,78 euro. Le risorse messe a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna saranno destinate in via prioritaria alla copertura totale del fabbisogno dei richiedenti rientranti nella prima fascia, ripartendo eventuali fondi residui tra gli utenti della seconda. La definizione degli importi del beneficio sarà effettuata in funzione delle effettive domande trasmesse alla Regione e a seguito della validazione dei dati effettuati dai Comuni, tenendo conto del numero totale degli aventi diritto e delle risorse disponibili. L’importo del beneficio, pertanto, non è individuato in proporzione alla spesa sostenuta e non è soggetto a rendiconto. Il Comune, in qualità di ente erogatore, effettuerà accurati controlli a campione nella fase istruttoria, per verificare le dichiarazioni rese con autocertificazione. La richiesta può essere presentata per gli studenti iscritti ai percorsi di assolvimento dell’obbligo scolastico e del diritto-dovere all’istruzione e alla formazione – nonché ai frequentanti corsi serali, purché non in possesso di titolo di studio analogo o diploma di scuola secondaria di 2° grado – sino all’età di 24 anni compiuti (nati a partire dal 1° gennaio 1998). Il limite anagrafico non si applica agli studenti con disabilità certificata, nel rispetto della legge 104/1992. Sono da considerarsi altresì destinatari dei contributi gli studenti e le studentesse che adempiono all’obbligo scolastico – fino ai primi due anni delle scuole secondarie di II grado – attraverso la modalità di “istruzione parentale” di cui all’art. 23 del D.Lgs. n. 62/2017. Al fine di garantire la piena fruizione del diritto allo studio, gli studenti immigrati privi di residenza si considerano residenti nel Comune in cui sono domiciliati.

Dal 5 settembre, la domanda di ammissione potrà essere trasmessa unicamente on line, registrandosi e utilizzando l’applicativo Er.Go Scuola sul sito https://scuola.er-go.it, l’accesso al quale può essere effettuato unicamente tramite l’identità digitale Spid, la carta di identità elettronica Cie o la carta nazionale dei servizi Cns. Sarà possibile usufruire gratuitamente della collaborazione dei Centri di assistenza fiscale convenzionati con la Regione, il cui elenco aggiornato verrà pubblicato sempre sul sito http://scuola.regione.emilia-romagna.it.

Per informazioni di carattere generale ci si può rivolgere al numero verde dell’Urp della Regione Emilia Romagna, 800-955157, o scrivere all’indirizzo e-mail formaz@regione.emilia-romagna.it. Per assistenza nella compilazione della domanda on line, infine, è possibile contattare l’help desk tecnico di Er.Go ai numeri 051 0510168 – 0185275, o inviare un messaggio a dirittostudioscuole@er-go.it.

Il bando completo, con il regolamento dettagliato, è disponibile presso le segreterie degli istituti scolastici secondari di primo e secondo grado e presso l’ufficio dei Servizi Educativi e formativi del Comune di Piacenza in via Beverora 59, ed è inoltre consultabile sul sito www.comune.piacenza.it. Per informazioni e comunicazioni inerenti agli adempimenti si potranno contattare gli uffici comunali all’indirizzo email annamaria.dimichele@comune.piacenza.it o al numero di telefono 0523-492518.