Continuano i controlli mirati e straordinari della Polizia Municipale di Parma nel quartiere di San Leonardo

polizia-municipale-PARMA – Continuano i controlli mirati e straordinari nelle zone di maggior criticità del quartiere San Leonardo da parte degli agenti della Polizia Municipale. Nella giornata di ieri è stato effettuato un attento monitoraggio delle zone calde del quartiere. Sono stati predisposti una serie di posti di blocco e numerosi controlli su gruppi di stranieri molesti che stazionano lungo le arterie del quartiere.

Sono stati identificati e sanzionati due venditori abusivi di cibi e bevande che effettuavano la vendita in via Trento, via Venezia, via Rastelli e via Monte Altissimo. I venditori sono stati bloccati alla guida di due velocipedi attrezzati con un doppio frigorifero appoggiato nei due grandi cestelli anteriormente e posteriormente dei veicoli.

La merce veniva venduta a clienti prevalentemente di origine africana ed era composta da mono porzioni di carne, verdure e riso in sacchetti di plastica alimentare. Quanto trasportato è stato interamente sequestrato in base alla previsione normativa del nuovo Regolamento di Polizia Urbana.

Inoltre sono stati 40 i veicoli controllati e 46 le persone identificate durante i posti di blocco effettuati in via Palermo, in Piazza Rastelli, in via San Leonardo, in via Venezia. 17 le violazioni contestate, un veicolo sequestrato per la confisca e quattro auto sospese dalla circolazione. Il personale ha presidiato in particolare le zone di maggior criticità.

Il servizio si inserisce in una serie di interventi predisposti per rispondere alle legittime richieste di sicurezza dei cittadini del San Leonardo.

“In coordinamento con le altre Forze dell’ordine continueremo con questi interventi di presidio e controllo del territorio nelle zone problematiche della città.” Ha voluto commentare l’Assessore alla Sicurezza del Comune di Parma Cristiano Casa “Noi continuiamo a fare la nostra parte adesso tocca allo Stato fare la sua. Martedì incontreremo il sottosegretario all’interno Nicola Molteni e chiederemo tre cose semplici, per non rendere vani i continui interventi dei nostri agenti: più forze dell’ordine, procedure efficaci per le espulsioni degli irregolari e galera per chi spaccia morte”.