Consiglio comunale, gli ordini del giorno approvati

20

BOLOGNA – Nel corso della seduta di oggi, il Consiglio comunale ha approvato due ordini del giorno.

Il primo riguarda la riapertura dei mercati contadini per la vendita diretta dei prodotti agricoli ed alimentari ed è stato redatto in aula modificando tre ordini del giorno analoghi presentati a inizio seduta dalla consigliera Emily Marion Clancy (Coalizione civica), dal consigliere Andrea Colombo (Partito Democratico) e dalla consigliera Addolorata Palumbo (gruppo misto-Nessuno resti indietro). L’ordine del giorno, firmato, oltre che dai tre sottoscrittori, dai consiglieri Isabella Angiuli, Francesco Errani, Roberta Li Calzi, Gabriella Montera, Mariaraffaella Ferri, Rossella Lama, Vinicio Zanetti, Elena Leti, Roberto Fattori, Federica Mazzoni, Simona Lembi, Raffaele Persiano (Partito Democratico), Amelia Frascaroli (Città comune), Federico Martelloni (Coalizione Civica), Massimo Bugani, Marco Piazza, Elena Foresti (Movimento 5 stelle), è stato approvato con 24 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune, Movimento 5 stelle, Coalizione civica, gruppo misto-Al centro Bologna, gruppo misto-Nessuno resti indietro) e 5 astenuti (Lega nord, Fratelli d’Italia, Insieme Bologna).

Il secondo ordine del giorno, presentato dai consiglieri Marco Piazza (Movimento 5 stelle) e Gian Marco De Biase (gruppo misto-Nessuno resti indietro), chiede l’esclusione dal Piano alienazioni comunale di un terreno edificabile in viale Felsina 8, per destinarlo a verde pubblico. L’ordine del giorno è stato approvato con 28 voti favorevoli (Partito Democratico, Città comune, Movimento 5 stelle, Lega nord, Coalizione civica, Insieme Bologna, gruppo misto-Al centro Bologna, gruppo misto-Nessuno resti indietro) e un astenuto (Fratelli d’Italia).