Consiglio comunale di Bologna, le delibere approvate

25

BOLOGNA – Nel corso della seduta di oggi, il Consiglio comunale ha approvato quattro delibere.

La prima riguarda lo scioglimento dell’Istituzione Educazione e Scuola ed è stata approvata con 27 voti favorevoli (Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, Coalizione civica, Gruppo misto – Nessuno resti indietro), 1 astenuto (Città comune) e 7 non votanti (Lega nord, Fratelli d’Italia, Insieme Bologna, Gruppo misto – Al centro Bologna), la sua immediata esecutività è stata approvata con 26 voti favorevoli (Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, Coalizione civica, Gruppo misto – Nessuno resti indietro), 1 astenuto (Città comune) e 7 non votanti (Lega nord, Fratelli d’Italia, Insieme Bologna, Gruppo misto – Al centro Bologna).

La seconda delibera approvata riguarda il progetto del Passante di Bologna. La terza delibera, una variazione di bilancio per coprire le maggiori spese di sanificazione sostenute dai gestori dei centri estivi, è stata approvata con 21 voti favorevoli (Partito Democratico), 8 astenuti (Lega nord, Fratelli d’Italia, Coalizione civica, Gruppo misto – Al centro Bologna), 4 non votanti (Movimento 5 Stelle, Gruppo misto – Nessuno resti indietro) e nessun contrario. L’immediata esecutività è stata approvata con 21 voti favorevoli (Partito Democratico), 9 astenuti (Lega nord, Fratelli d’Italia, Coalizione civica, Gruppo misto – Al centro Bologna, Gruppo misto – Nessuno resti indietro), 3 non votanti (Movimento 5 Stelle) e nessun contrario.

La quarta e ultima delibera riguarda una modifica al Regolamento Tari necessaria a seguito delle misure messe in campo per supportare le attività penalizzate dalla chiusura o dalla contrazione dell’attività durante l’emergenza sanitaria. La delibera e la sua immediata esecutività sono state approvate con 21 voti favorevoli (Partito Democratico), 11 astenuti (Lega nord, Movimento 5 Stelle, Fratelli d’Italia, Coalizione civica, Gruppo misto – Al centro Bologna, Gruppo misto – Nessuno resti indietro) e nessun contrario.