Consiglio comunale di Bologna, gli ordini del giorno approvati

BOLOGNA – Nel corso della seduta di oggi, il Consiglio comunale ha approvato quattro ordini del giorno.

Il primo, presentato a inizio seduta dalla consigliera Luisa Guidone (Partito Democratico) e firmato dai consiglieri Colombo, Zanetti, Campaniello, Bittini, De Filippo, Angiuli, Persiano e Manca (Partito Democratico), riguarda la richiesta di progettazione graduale di attività educative in aree esterne rivolte alla fascia 0-6 anni ed è stato approvato con 26 voti favorevoli e 6 astenuti.

Il secondo, presentato dal consigliere Roberto Fattori (Partito Democratico) e firmato dai consiglieri Montera, Santi, Persiano, Leti, Lama, Manca, Zanetti, De Filippo, Campaniello, Licciardello (Partito Democratico), condanna il comportamento di coloro che si sono riuniti in via del Pratello, angolo Pietralata, in occasione della posa della corona, senza rispettare le misure prescritte dal Dpcm a tutela della salute collettiva. L’ordine del giorno è stato approvato con 26 voti favorevoli, 3 contrari e 3 non votanti.

Il Consiglio ha poi approvato, con 18 voti favorevoli e 6 contrari, un ordine del giorno per ottenere un provvedimento di regolarizzazione dei migranti attualmente soggiornanti in territorio italiano in condizione di irregolarità originaria o sopravvenuta, con la massima tempestività, data l’emergenza sanitaria in corso. L’ordine del giorno è stato presentato dal consigliere Federico Martelloni (Coalizione civica) e firmato dai consiglieri Clancy (Coalizione civica), Frascaroli (Città comune), Palumbo (gruppo misto-Nessuno resti indietro), Errani, Persiano, Campaniello, Mazzoni, Li Calzi, Colombo (Partito Democratico), Bugani, Piazza, Foresti (Movimento 5 stelle).

Infine, il Consiglio ha approvato all’unanimità un ordine del giorno presentato dalla consigliera Elena Foresti (Movimento 5 stelle) e firmato dal gruppo consiliare Movimento 5 stelle, che chiede di intraprendere con l’Ufficio scolastico regionale e i dirigenti scolastici un lavoro di organizzazione per il recupero dei libri e quaderni dei bambini, una volta terminata la Fase 1 di questa emergenza.