Con gli ecocompattatori dai nuova vita alla bottile in PET e vinci premi

23

Salgono a 8 gli impianti a Parma

PARMA – Arrivano ad otto gli ecocompattatori della città di Parma. Un nuovo impianto per la raccolta del PET è stato inaugurato il 18 ottobre presso la sede di Intercral di via Sartori. Prosegue il percorso del “bottle to bottle”, di una nuova vita per le bottiglie in PET, nel progetto che ha visto Parma prima in Italia per questa sperimentazione. Nella nuova sede di Intercral, inaugurata giusto un anno fa, si è inserito felicemente questo impianto come servizio alla collettività, tra i tanti che Intercral offre alla città, nel segno dell’assistenza, dell’offerta di servizi e attrezzature e di attività formative e culturali per tutte le età. Taglio del nastro e prima bottiglia in PET aspirata dal nuovo impianto con l’Assessore Gianluca Borghi, Massimo Pinardi Presidente Intercral, Massimo di Molfetta consulente ambientale di Corepla, Alessandro Angella e Andrea Peri del Settore Tutela Ambientale del Comune di Parma.

L’Assessore alla Sostenibilità Ambientale Gianluca Borghi, durante l’inaugurazione, ha sottolineato come la filiera di ecompattatori disseminata in città voglia considerare “i cittadini, e i presidi associativi e di relazione sul territorio, nel doppio ruolo di utenti e consumatori, li stimoli ad essere partecipi nella gestione del ciclo dei rifiuti come parte di un processo che riguarda da vicino la tutela dell’ambiente in cui viviamo. Un’abitudine quotidiana ed una responsabilità che dobbiamo necessariamente sempre più fare nostra.”

Gli ecocompattatori vanno della direzione di rispettare la Direttiva Europea “SUP”, che disciplina l’utilizzo della plastica monouso e che porterà le amministrazioni pubbliche ad intercettare bottiglie e contenitori in PET destinati al beverage, per dare vita a nuove bottiglie. Il polietilene tereftalato, componente principale delle «bottiglie in PET», dovrà contenere secondo le norme, dal 2025 almeno il 25% di plastica riciclata e, dal 2030, almeno il 30% di plastica riciclata.

Il recupero del PET si svolge in collaborazione tra Comune, Iren Ambiente e Coripet e si appoggia appunto sull’installazione di eco-compattatori posizionati in aree strategiche della città, al fine di avviare a riciclo bottiglie PET per produrre nuove bottiglie in PET riciclato e rappresenta, quindi, una soluzione concreta di economia circolare. Si tratta di compattatori di ultima generazione che andranno a raccogliere agevolmente le bottiglie in PET usate e a “premiare” (tramite l’utilizzo di una card ed una APP) chi le conferisce con regolarità).

La nuova macchina è stata installata presso la sede di Intercral Parma, via Sartori n. 39, e si aggiunge alle altre 7 già funzionanti presso DUC, PalaRaschi, Esselunga di via Traversetolo e San Pancrazio, Supermercato Unes c/o La Galleria e Ikea (presso Bitrò e Ristornate) in attuazione dell’accordo stipulato tra Comune di Parma, Iren Ambiente e CORIPET.