Con Emanuele Ansaloni arriva la “prima” stagionale per #inEmiliaRomagna Cycling Team a Nonantola

19
Foto: Stefano Ballandi

Riccardo Sofia 8° in volata a Civitanova Marche

NONANTOLA (MO) – Domenica da incorniciare per #inEmiliaRomagna Cycling Team.
Domenica 13 marzo al GP Città di Nonantola (Mo) la grande giornata di Emanuele Ansaloni, classe 2000 di Molinella (Bo), ha portato la prima vittoria stagionale, per lui e per la formazione U23 emiliano-romagnola, nata nel 2019 e promossa da APT Servizi Emilia Romagna e Consorzio Terrabici.

Una giornata impreziosita dall’8° posto del bolognese Riccardo Sofia, classe 2002, in volata a Civitanova Marche, nella gara vinta allo sprint da Matteo Pongiluppi (Gallina Ecotek).

In generale, su entrambi i campi di gara la prestazione del team è stata brillante e determinata, cercando di fare la propria corsa e coronata da risultati di spessore.

LA GARA – Dopo il 3° posto del 2021, Ansaloni è tornato sul podio a Nonantola, in Emilia-Romagna, ma questa volta salendo sul gradino più alto.

Circuito di 9 km circa da ripetersi 13 volte, con #inEmiliaRomagna Cycling Team nelle prime posizioni fin dal primo passaggio sotto lo striscione del traguardo, con l’obiettivo di rendere la corsa dura e sperando di aprire qualche ventaglio con il vento laterale, sapendo di non aver ein gara velocisti in grado di competere in uno sprint a ranghi compatti.

A circa 4 giri dalla conclusione parte un attacco con Stefano Masoni, preludio all’avvio dell’azione decisiva di 11 corridori, tra cui per il team emiliano-romagnolo è presente Emanuele Ansaloni. La fuga guadagna velocemente due minuti di vantaggio: il gruppo non può più rientrare.

Al penultimo giro, Tsarenko della Delio Gallina guadagna una decina di secondi e Ansaloni è lesto a rientrare in solitaria. Gli altri fuggitivi non riescono a raggiungerli: se la giocano in due all’ultimo chilometro e per Ansaloni è la prima vittoria stagionale dopo il 9° posto all’esordio nella Firenze-Empoli.

Ansaloni ha preceduto l’ucraino Tsarenko (sul podio con la bandiera del proprio Paese) e Quartucci (Hopplà Petroli Firenze) a 15″, che ha regolato nello sprint ristretto il drappello degli inseguitori.

«Siamo partiti con il piede giusto e sono davvero contento per me e tutta la squadra – ha detto Emanuele Ansaloni. Sapevo di avere una buona gamba ma non mi aspettavo di riuscire a vincere oggi. Nelle gare di pianura mi piace attaccare e cercare di non portare la corsa in volata. Oggi ci sono riuscito e sono molto contento, ora bisogna continuare a lavorare bene».

«La vittoria dà morale – aggiunge il direttore tecnico Michele Coppolilloe dà ancora più valore ai risultati di prestigio già ottenuto da Dapporto e dallo stesso Ansaloni nelle prime gare dell’anno. Tutto il team ha lavorato bene e sicuramente è un buon avvio di stagione, ora si deve continuare a lavorare bene con il giusto spirito».

Per seguire l’attività del team #InEmiliaRomagna Cycling Team sui social network e rimanere aggiornati sulle novità, cercare @inemiliaromagnacyclingteam su Facebook e instagram.