Chiara Guidi al Teatro Arena del Sole con Fiabe giapponesi ed Edipo. Una fiaba di magia

8
Fiabe Giapponesi di Nicolò Gialain

BOLOGNA – Dal 14 al 19 dicembre il progetto Quête, ideato da Chiara Guidi / Societas abiterà gli spazi del Teatro Arena del Sole con due spettacoli: Fiabe giapponesi, in scena dal 14 al 16 alle 10.30, ed Edipo. Una fiaba di magia, dal 17 al 19 nei consueti orari.

Il programma, inaugurato lo scorso 9 novembre, vede coinvolti insieme a ERT / Teatro Nazionale, il DAMSLab | La Soffitta – Università di Bologna e l’Accademia di Belle Arti di Bologna (ABABO) con un intenso calendario d’incontri per insegnanti e docenti (il 22 e 29 novembre e il 15 dicembre sempre in Arena del Sole), presentazioni di libri e seminari attorno alla voce e al “teatro infantile”.

In Fiabe giapponesi Chiara Guidi ha scelto tre fiabe dell’antica tradizione giapponese e le ha inserite in una rappresentazione che vede i bambini partecipare in prima persona: alcuni sono invitati con lei in scena a eseguire a terra un preciso lavoro, altri, seduti in platea, vengono sollecitati, attraverso domande, a un dialogo “filosofico” che intercala i racconti. Tra platea e palco tutti i bambini, dunque, sono dentro lo spettacolo, e guidati dalla Narratrice sperimentano in prima persona lo statuto di rappresentazione proprio come fanno nel gioco, dove, insieme ad altri coetanei, esperiscono il “sentire” più profondo della realtà.

Mentre la Narratrice racconta, dietro le pareti diafane della stanza, all’improvviso la luce affiora e si intravedono ombre, figure geometriche di diversi colori che si sovrappongono, come voci vaghe evocate dalle storie. Le immagini appaiono e con la stessa ineluttabilità scompaiono mentre i personaggi delle storie, trasgredendo la regola “Non aprire!” e infrangendo il vincolo del segreto, perdono tutto quello che avevano ricevuto in dono ritrovando la loro condizione iniziale di povertà.

«La trama delle fiabe giapponesi non ha il lieto fine – afferma Chiara Guidi – a differenza di quelle classiche della nostra tradizione. Rimane solo il Vuoto, e il protagonista si ritrova sempre là dove la storia era incominciata.

Dunque non succede nulla? Davvero non è avvenuto nulla? Il Vuoto e il Nulla sono la stessa cosa? Oppure nel Vuoto e nel Nulla, il Vuoto e il Nulla hanno una forma che li caratterizza? Come si fa a vederla?

Occorre stare fermi e ascoltare mentre i lati della stanza si riempiono di immagini luminose che vibrano e passano. Da dove vengono, dove vanno? Davvero non ho visto nulla? Oppure ciò che ho visto prima arricchisce ciò che rimane dopo e quindi il dopo è più ricco di prima?

Abbiamo bisogno della cultura infantile – e di sperimentare una verità più profonda – per vedere ciò che non c’è, per aprirci a un mondo e per aprire un mondo».

In Edipo. Una fiaba di magia, spettacolo che si muove sempre nel solco del teatro infantile, Chiara Guidi esplora l’origine ancestrale della storia del mito di Edipo. Una tipica fiaba di magia che si ricollega ai culti di fertilità delle antiche civiltà dei fiumi: la vecchia madre terra accoglie nel suo grembo il giovane seme che vi penetra per nascondersi, dormire e generare un frutto.

Ma cosa succede là sotto, in quel tempo di macerazione e morte del seme nella terra, durante l’inverno? Quale storia vive nella terra? Come entrarvi dentro e vederla?

La Sfinge lo sa, ma apre il sipario a coloro che sanno decifrare i suoi enigmi. Solo quando i bambini avranno trovato una soluzione agli oscuri quesiti potranno accedere nell’antro della terra dove un seme, in essa custodito, dischiusosi diviene un uomo: Edipo.

Il programma completo del progetto Quête è disponibile al link:

https://www.societas.es/opera/quete/

14 – 16 dicembre, Sala Leo de Berardinis

Fiabe giapponesi

concezione Chiara Guidi

direzione Chiara Guidi e Vito Matera

con Chiara Guidi

e con Francesco Dell’Accio, Francesca Di Serio, Vito Matera

musica originale Giuseppe Ielasi, Enrico Malatesta, Natàn Santiago Lazala

costumi Francesca Di Serio

luci Giovanni Marocco

set design Vito Matera

suono Alessio Ruscelli

attrezzeria, tecnica Carmen Castellucci, Eugenio Resta

produzione Societas

nell’ambito del progetto di Chiara Guidi Quête

in collaborazione con DAMSLab | La Soffitta, Università di Bologna, Accademia di Belle Arti di Bologna

per un pubblico infantile a partire dai 7 anni

17 – 19 dicembre, Sala Leo de Berardinis

Edipo. Una fiaba di magia

ideazione Chiara Guidi in dialogo con Vito Matera

con Francesco Dell’Accio, Francesca Di Serio, Chiara Guidi, Vito Matera, Alessandro Bandini

e le voci di Eva Castellucci, Anna Laura Penna, Gianni Plazzi, Sergio Scarlatella, Pier Paolo Zimmermann

musica Francesco Guerri, Scott Gibbons

scena, luci, costumi Vito Matera

prosthesis Istvan Zimmermann e Giovanna Amoroso – Plastikart studio

realizzazione scene Laboratorio Scenografia Pesaro – Trecento Lidia

fonica Andrea Scardovi

tecnica Francesca Di Serio, Asia Pirini, Eugenio Resta

cura Elena de Pascale

un particolare ringraziamento a Roberta Ioli e Sabrina Raggini

produzione Societas

nell’ambito del progetto di Chiara Guidi Quête

in collaborazione con DAMSLab | La Soffitta, Università di Bologna, Accademia di Belle Arti di Bologna

per un pubblico infantile a partire dagli 8 anni

Interrogare e leggere
tre incontri con insegnanti di ogni ordine e grado
Teatro Arena del Sole – Bologna

Il titolo pone l’accento su due parole – interrogare e leggere – per intrecciarle e creare tra loro un legame, poiché una interrogazione può spingere alla lettura e, allo stesso modo, una lettura può sollevare una buona domanda.
Azioni che indicano un cammino di ricerca (quête) dove idealmente l’individuo misura e trasforma se stesso.
Una sorta di viaggio cavalleresco alla ricerca del nome esatto, capace di andare al cuore di ciò che si desidera.
La quête vive nella scuola perché lì, nella scuola, ogni giorno ci si mette in cammino per fare esperienza della parola e riconoscere il suo possibile e imprevedibile rovesciamento di significato.

  • Fabbricare la parola: dalle viscere alla bocca
    1° incontro: lunedì 22 novembre ore 16.30-18.30
  • Leggere la parola con tutto il corpo
    2° incontro: lunedì 29 novembre ore 16.30-18.30
  • Interrogare la parola attraverso altre parole
    3° incontro: mercoledì 15 dicembre ore 16.30-18.30

Informazioni:

Teatro Arena del Sole, via Indipendenza 44 – Bologna

Prezzi dei biglietti: da 5 € a 25 € esclusa prevendita.

I genitori accompagnatori hanno diritto a una riduzione del 50% sul prezzo del biglietto.

Biglietteria: dal martedì al sabato dalle ore 11.00 alle 14.00 e dalle 16.30 alle 19.00

Tel. 051 2910910 – biglietteria@arenadelsole.it | bologna.emiliaromagnateatro.com

Ingresso consentito ai possessori di green pass come definito nel DPCM n.105 del 23/07/2021, art.3 comma 4. Per i minori di 12 anni non è previsto l’obbligo del green pass.

Da quest’anno sarà possibile utilizzare i biglietti in formato elettronico. Acquistando biglietti on-line o telefonicamente si riceverà una conferma via mail che potrà essere utilizzata per entrare in sala senza necessità di passare dalla biglietteria.

Teatro Arena del Sole

Via Indipendenza 44, Bologna

Dal 14 al 16 dicembre, ore 10.30

Fiabe giapponesi

durata 1h

Dal 17 al 19 dicembre

venerdì ore 20.30 | sabato ore 19.00 | domenica ore 16.00

Edipo. Una fiaba di magia

durata 1h

nell’ambito del progetto di Chiara Guidi Quête

in collaborazione con DAMSLab | La Soffitta – Università di Bologna,

Accademia di Belle Arti di Bologna