Cesena, varco Bus alla Stazione ferroviaria

44

Da lunedì 30 novembre avvio del sistema di rilevazione delle infrazioni

CESENA – I lavori di installazione del varco per il controllo del rispetto della corsia bus davanti la Stazione ferroviaria di Cesena, insieme agli interventi relativi al potenziamento della segnaletica su strada, sono terminati. In questo modo, dopo la fase sperimentale avviata dalla Polizia Locale il 15 settembre scorso, a partire da lunedì 30 novembre è previsto l’avvio dei controlli con l’accertamento delle violazioni. Inoltre, per far sì che agli automobilisti rispettino la segnaletica di divieto, sono stati posizionati ulteriori due segnali provvisori informativi del rilievo delle violazioni a distanza e un segnale di preavviso del parcheggio Sanguinetti, quale alternativa all’utilizzo della corsia riservata.

La fase sperimentale, prorogata ulteriormente dall’Amministrazione comunale fino al 29 novembre per consentire ai cittadini di avere a propria disposizione maggiori informazioni, ha consentito alla Polizia Locale di valutare il funzionamento del sistema nel suo complesso per la parte relativa all’accertamento delle violazioni e agli automobilisti di comprendere che vi è in atto un cambiamento sulle modalità di accertamento delle violazioni.

“Il controllo con modalità varco elettronico – commenta il Comandante della Pl Cesena-Montiano Giovanni Colloredo – comporterà senz’altro un maggiore rispetto della disciplina della circolazione nella corsia riservata agli autobus senza penalizzare chi deve sostare in quanto l’ampio parcheggio di Piazza Sanguinetti, posto a pochi metri di distanza risulta ampiamente sottoutilizzato. Avviata la sperimentazione, statisticamente si sono rilevate molte violazioni ogni giorno”.

Il transito, le soste e le fermate dei veicoli nella corsia bus, anche se temporanee, creano difficoltà ai bus nelle manovre di accesso e ripartenza dalla fermata e rappresentano un pericolo per la sicurezza dei pedoni. Spesso infatti i bus per uscire dalla fermata devono destreggiarsi tra auto in sosta e pedoni poiché la corsia è occupata da veicoli posteggiati temporaneamente.

Con il completamento della segnaletica, modificata e potenziata con lo scopo di evidenziare chiaramente la mancata possibilità per i veicoli privati di utilizzare la corsia bus, i transiti non autorizzati si sono ridotti fino a raggiungere, dal 9 al 15 novembre, circa 60 violazioni giornaliere. La sanzione per la violazione (art. 7, comma 14 codice della strada) del divieto di circolazione nelle corsie riservate ai BUS è di 74,60 € entro 5 giorni e di 99,50 € entro 60 giorni comprese le spese di notifica (€ 16,50). La violazione non prevede nessuna decurtazione di punti.