Cesena, Sportello Facile: modello virtuoso per altri Comuni

Santarcangelo di Romagna riorganizzerà  spazi e servizi del proprio Sportello secondo il modello cesenate

CESENA – Il modello dello Sportello Facile del Comune di Cesena (oltre 65 mila utenze all’anno) va oltre i confini cittadini e dell’Unione dei Comuni della Valle Savio e approda nella vicina Santarcangelo di Romagna. Il Comune riminese, aderente all’Unione dei Comuni della Valmarecchia, ha infatti richiesto all’Amministrazione comunale di Cesena di poter riorganizzare gli spazi e i servizi del proprio Sportello basandosi sul virtuoso modello cesenate nato nel 2013 con l’obiettivo di rendere più semplice, diretto, veloce e interattivo il rapporto fra l’Istituzione e i cittadini.

“Questa esperienza – commenta il Sindaco Enzo Lattuca – ha cambiato totalmente la concezione di servizio al pubblico. Con lo Sportello Facile infatti i cesenati riescono ad ottenere le risposte desiderate recandosi in un unico posto senza dover raggiungere diversi uffici per risolvere le pratiche.

Con gli oltre 200 servizi che possono essere richiesti allo Sportello Facile, il cittadino ottiene anche una riduzione dei tempi burocratici spesso garantita anche dai servizi online. Da inizio anno infatti, oltre a più di 100 servizi online, i cittadini hanno a loro disposizione altri 5 canali per avviare comodamente da casa le procedure per richiedere il permesso Ztl, il Bollino Rosa dedicato alla mamme in attesa, le visure catastali personali, l’accesso ai documenti amministrativi dell’Edilizia (che interessa soprattutto i tecnici), le certificazioni anagrafiche e di stato civile. Per utilizzarli è sufficiente essere in possesso delle credenziali nazionali Spid. Tutto ciò è stato possibile anche grazie all’impegno e alla professionalità di Alessandro Francioni, Dirigente del settore Servizi al Cittadino e Innovazione tecnologica”.

Con la richiesta di collaborazione istituzionale avanzata dal Comune di Santarcangelo per implementare il proprio modello di Sportello al cittadino, il Comune di Cesena e l’Unione dei Comuni Valle Savio assumono il ruolo di Ente concedente, Santarcangelo di Romagna e l’Unione dei Comuni Valmarecchia invece assumono il ruolo di “Enti utilizzatori”. Inoltre, l’Unione Valle Savio avrà anche un ruolo di supporto operativo/consulenziale al riuso delle soluzioni software attraverso il proprio personale del settore Sistemi Informatici Associati.