Cesena, In common sports slitta a settembre (FOTO)

29

Evento conclusivo aperto a tutta la città

CESENA – In common sports dà appuntamento a settembre e si prepara a nuove sfide. A causa dell’emergenza sanitaria ancora in corso, il progetto triennale finanziato nell’ambito del programma europeo “Erasmus+Sport”, teso a promuovere stili di vita attivi tra le persone over 60, dà l’arrivederci a settembre agli 80 partecipanti che potranno così “recuperare” le lezioni sospese causa COVID.

“L’emergenza sanitaria commenta l’Assessora Francesca Lucchinon ha consentito la conclusione delle lezioni programmate anche se, durante questi mesi, i partecipanti al progetto hanno proseguito gli allenamenti da casa grazie ai video realizzati dalla trainer Sabrina Colaci. La reclusione forzata ha fatto riscoprire ai cesenati, di tutte le età, l’attività sportiva e per noi è motivo di orgoglio sapere che anche gli uomini e le donne over 60 si siano messi in gioco organizzandosi autonomamente. Per recuperare gli allenamenti annullati, si è deciso, in accordo anche con gli altri partner europei, di riprendere l’attività fisica a settembre. Le modalità saranno quelle di sempre: due allenamenti settimanali (martedì e giovedì) presso il campo di Atletica dell’Ippodromo. Inoltre, compatibilmente alle direttive COVID, insieme ai partner del progetto, stiamo lavorando per realizzare un evento conclusivo del progetto nel mese di novembre, aperto a tutti i partecipanti e a tutta la cittadinanza, durante il quale verranno presentati i risultati ottenuti durante questi tre anni di progetto”.

Il progetto “In common sports” vede il Comune di Cesena membro di un partenariato composto da enti e organizzazioni di cinque paesi membri dell’Unione europea, al fianco del Comune di Vila Nova de Cerveira (Portogallo), dell’Istituto Politecnico di Viana de Castelo (Portogallo), dell’Università di Vigo (Spagna) e Aksakovo (Bulgaria), e della società di comunicazione ungherese Zöldpont Egyesület es Szerkesztöseg. Tra i principali obiettivi la diffusione della pratica sportiva tra le fasce della popolazione meno assidue all’esercizio fisico (nel caso specifico le persone in età avanzata) e lo sviluppo di strategie efficaci per la promozione di stili di vita salutari nella popolazione.