Cervia, “FarmacoAmico”: come e dove raccogliere i farmaci non scaduti

Parte domani  il progetto di recupero e riutilizzo dei prodotti farmaceutici che saranno raccolti nelle farmacie aderenti e gestiti dal Coordinamento del Volontariato di Cervia con la supervisione di farmacisti iscritti all’Ordine

CERVIA – Partirà domani, lunedì 27 maggio 2019, a Cervia “FarmacoAmico”, il progetto per la raccolta e il riutilizzo dei farmaci non scaduti. L’iniziativa è promossa dal Gruppo Hera e dal Comune di Cervia e vede il coinvolgimento di numerosi soggetti locali per creare una rete solidale sul territorio, tra questi l’Ordine dei Farmacisti di Ravenna, Federfarma, le Farmacie Comunali di Ravenna e il Coordinamento del Volontariato di Cervia.
Coordinamento e supervisione del progetto sono affidati a Last Minute Market, società spin-off accreditata dell’Università di Bologna, che ha creato un modello per il recupero dei beni alimentari, estendendo poi i propri servizi anche ad altre categorie di beni come, appunto, i prodotti parafarmaceutici e i medicinali.

Le modalità di raccolta dei farmaci non scaduti

I farmaci potranno essere depositati dai cittadini in contenitori verdi dedicati, identificati da una grafica appositamente creata e messi a disposizione da Hera presso le farmacie di Cervia aderenti al progetto, ben distinti dai contenitori di farmaci scaduti, prodotti che sono invece destinati allo smaltimento. Per poter essere inseriti nel circuito di riutilizzo, i farmaci dovranno avere requisiti precisi, tra i quali una validità residua di almeno 6 mesi e un perfetto stato di conservazione della confezione, con lotto e scadenza perfettamente leggibili. Saranno, invece, esclusi i medicinali liquidi, quelli che richiedono particolari precauzioni per la loro conservazione, come la catena del freddo, quelli di solo impiego ospedaliero e i farmaci stupefacenti.

La creazione di una rete solidale
Hanno aderito all’iniziativa tutte le farmacie di Cervia e i contenitori si potranno trovare da lunedì 27 maggio presso: Farmacia Bedeschi (Via Torre San Michele, 12/14), Farmacia Castiglione (Via Ragazzena, 2), Farmacia Comunale 2 – Della Malva (Via Martiri Fantini, 86/A), Farmacia Comunale Pinarella (Viale Tritone, 13), Farmacia Della Pieve (Via Crociarone, 61/A), Farmacia Eredi (Viale Milano, 8), Farmacia Madonna Del Mare (Via Caduti Per La Libertà, 132). Le succursali delle stesse farmacie verranno attivate progressivamente nelle diverse fasi di ampliamento.
Sarà il Coordinamento del Volontariato di Cervia ad occuparsi della fase del ritiro dei medicinali nelle farmacie aderenti e negli altri punti di raccolta, e a portarli nella propria sede, la Casa del Volontariato, dove, in un locale appositamente identificato, saranno immagazzinati e inventariati. Una volta selezionati, i farmaci saranno consegnati al Comitato per la Lotta Contro la Fame nel Mondo di Forlì. In futuro, potranno essere individuati come destinatari dei farmaci recuperati anche altri enti benefici.

Costruire insieme il futuro
Il coinvolgimento e la collaborazione tra azienda, cittadini, clienti, organizzazioni e associazioni del territorio sono fondamentali per creare valore condiviso. Tutti, intervenendo sui propri comportamenti quotidiani, possono diventare protagonisti del cambiamento e contribuire al raggiungimento di obiettivi fondamentali in termini di sostenibilità, efficienza e inclusione sociale.

FarmacoAmico è solo uno dei numerosi esempi di progetti simili promossi da Hera e illustrati nel nuovo report della multiutility “Costruire insieme il futuro” disponibile online all’indirizzo www.gruppohera.it/report.