Cattolica. Street art: va avanti il percorso partecipativo “CITTADINARTE”

20

È stata fatta una ricognizione delle superfici comunali disponibili per la rigenerazione urbana attraverso l’arte di graffiti e murales

CATTOLICA (RN) – L’Amministrazione di Cattolica continua a portare avanti il percorso partecipativo “CITTADINARTE – Street e Social Art per la Rigenerazione Urbana”, lanciato dal Comune e co-finanziato dal Bando per la partecipazione 2019 della Regione Emilia Romagna. Sono stati già censiti, infatti, e sono anche al vaglio della Cqap (Commissione per la qualità architettonica e il paesaggio) diverse superfici e luoghi pubblici, alcuni segnalati da partner e attori che hanno preso parte agli incontri preparatori del percorso, che potrebbero essere valorizzati attraverso l’intervento di artisti. Si tratta, tra muri e sottopassi cittadini, di circa venti spazi di proprietà comunale che vanno a coprire le varie zone di Cattolica e che, dopo il via libera dell’Amministrazione, saranno resi noti sulla pagina web dedicata al percorso partecipativo (al link: https://bit.ly/2N38OnB ) e sui canali social del Comune. Esiste già, dunque, una azione dell’Amministrazione che punta a realizzare un primo elenco, eventualmente integrabile con la disponibilità anche di privati, di superfici da rigenerare attraverso la street art. Altre proposte non direttamente collegate al progetto, indirizzate all’Amministrazione e apparse nei giorni scorsi sui social e sulla stampa locale, sono frutto di iniziative autonome che il Comune si auspica possano essere eventualmente integrate nelle proposte operative che si raccoglieranno via via durante le attività del percorso.

Intanto, il gruppo di lavoro di CITTADINARTE – superate le difficoltà legate al lockdown per Covid-19 – sta riprogrammando, e comunicherà prossimamente, le modalità e le date per i laboratori pubblici, che coinvolgeranno ed a cui saranno invitati cittadini, associazioni, Comitati di quartiere, stakeholder del territorio. Di recente è stata messa in atto anche una attività di sollecitazione della comunità, caratterizzata da un’azione di “guerrilla marketing” a cura di Marco Livi, copywriter, e Loreprod Lorenzo Anzini, artista, tatuatore e grafico, che hanno elaborato il concept dei manifesti bianchi per invitare i cittadini di Cattolica “Da 0 a 100 anni” a conoscere più da vicino il percorso. I due creativi hanno anche progettato il logo del percorso e scelto il mattoncino, che richiama simbolicamente la dimensione del gioco ma anche il muro. Nel frattempo verranno pubblicati i video, realizzati dallo studio Ottantaquattro di Valentino Piemonti, con le riprese effettuate nel corso dell’azione tra le strade di Cattolica.

Il percorso prevede dunque una co-progettazione con la cittadinanza e le diverse realtà sociali e rappresenta un’opportunità per rendere il territorio vivo, coniugando l’arte al paesaggio urbano attraverso forme di aggregazione sociale. L’obiettivo è anche quello di ripensare lo stereotipo della street art destinata esclusivamente ad un target giovanile, coinvolgendo, nell’individuazione dei futuri interventi d’arte urbana, muralisti di ogni fascia d’età e dai diversi stili. In tal senso rappresentano precedenti importanti, dal punto di vista metodologico, le esperienze del “Laboratorio di Educazione all’Immagine” interno ai Servizi didattico-pedagogici del Comune.

Il progetto è realizzato con il sostegno della legge regionale Emilia-Romagna n. 15/2018.

Altre info sul sito web del Comune di Cattolica al link: https://bit.ly/2N38OnB