Cattolica, nuova RSU alla Ferretti Yachts

61

Da Palazzo Mancini auspicio di buon lavoro e fruttuosa collaborazione

comune-di-cattolica-stemmaCATTOLICA (RN) – Si è rinnovata, nei giorni scorsi, la RSU dello stabilimento Ferretti Yachts di Cattolica. L’Amministrazione Comunale ha appreso la notizia dei risultati delle elezioni. Da Palazzo Mancini giunge l’auspicio di un buon lavoro e di una fruttuosa collaborazione con i rappresentanti della Fillea Cgil eletti. Ferretti Group rappresenta una importante risorsa per il territorio, grazie alla presenza di ben 172 dipendenti all’interno della sede cattolichina.

“L’Amministrazione – spiega il Sindaco Mariano Gennari – segue con attenzione le vicende del settore della cantieristica navale. Come promesso negli incontri dello scorso fine anno, attraverso il secondo accordo quadro abbiamo affidato alle imprese aggiudicatarie anche i lavori di dragaggio del porto. Opere necessarie per lo svolgimento ottimale delle attività interne allo stabilimento Ferretti”. Per i dragaggi, infatti, si snelliranno le procedure per l’attuazione degli interventi consentendone l’attuazione immediatamente dopo il conseguimento dei finanziamenti regionali e prima dell’avvio della stagione estiva cosa attualmente non sempre realizzabile a causa delle tempistiche burocratiche.

“Siamo disponibili – prosegue il Sindaco – ad incontrare, con aggiornamenti periodici di verifica, i rappresentanti sindacali per ascoltare e raccogliere le istanze dei lavoratori. Auguriamo agli eletti un buon lavoro anche in vista delle prossime scadenze legate in particolare al rinnovo del contratto aziendale in scadenza proprio nel 2021″.

“Con i Sindacati – conclude Gennari – stiamo operando su diversi fronti e mi piace ricordare anche l’impegno sulla realizzazione del nuovo lungomare con la recente firma di un protocollo a garanzia della legalità. Qui vengono specificate misure per il monitoraggio di eventuali subappalti per prevenire e contrastare possibili infiltrazioni. Siamo stati da subito concordi con i sindacati sull’esigenza di preservare i lavoratori che verranno impiegati nel cantiere. Questa prima esperienza potrà ripetersi per cantieri di grandi dimensioni che l’Amministrazione intende realizzare nel prossimo futuro”.