Cattolica, le celebrazioni per il 4 novembre 2022

18
Monumento ai Caduti, in Piazza IV Novembre – Parco della Pace

Festa dell’Unità Nazionale, Giornata delle Forze Armate e Commemorazione dei Caduti di tutte le Guerre

CATTOLICA (RN) – Si sono svolte ieri a Cattolica le celebrazioni per la Festa dell’Unità Nazionale, la Giornata delle Forze Armate e la Commemorazione dei Caduti di tutte le Guerre. Gli appuntamenti hanno avuto inizio alle 8.30, presso la Chiesa di San Pio V, con la partecipazione di una rappresentanza dell’Amministrazione Comunale alla Santa Messa celebrata da Don Andrea Scognamiglio. Successivamente, alle 9.30, il raduno dei Gonfaloni in Piazzale Galluzzi, nella zona del Porto, dove si sono svolte le tradizionali cerimonie dell’Alzabandiera e la deposizione di corone al Monumento ai Caduti del mare. A seguire in corteo ci si è mossi, accompagnati dalla banda cittadina, verso Piazzale Roosevelt per la seconda commemorazione al Monumento alla Pace. Davanti a Palazzo Mancini è intervenuta, quindi, la Sindaca Franca Foronchi e la dottossa Patrizia Mascarucci che ha letto il messaggio di Elisabetta Raschi, Presidente dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci di Cattolica, impossibilitata a prender parte alla cerimonia.

“In apertura – ha detto la Sindaca – voglio porgere il mio saluto personale e dell’intera Amministrazione Comunale alle Autorità civili e militari presenti, ai rappresentanti delle associazioni dei combattenti e reduci, alle associazioni d’arma, a quelle religiose, a quelle degli invalidi civili, del lavoro ed all’intera comunità della Città di Cattolica”. Il momento celebrativo in Piazza Roosevelt ha visto una nutrita partecipazione degli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado. “Un ringraziamento particolare, lo riservo ai tanti giovani delle nostre scuole ai loro insegnanti e alla Dirigente Scolastica, Maria Rosa Vagnoni. Grazie per la vostra presenza, ormai da parecchi anni arricchite questo momento festeggiando insieme a noi la ricorrenza del 4 Novembre”, ha detto la Prima cittadina.

L’occasione della celebrazione di ieri è stata anche momento di riflessione sugli eventi che coinvolgono la comunità internazionale. “Purtroppo, ancora oggi, si combatte – ha sottolineato la Sindaca – e non vi è solo il conflitto tra Russia ed Ucraina ma sono guerre anche quella in Siria, in Iraq, nello Yemen, in Etiopia, in Afghanistan. Si contano oltre 50 conflitti in corso nel Mondo di cui, purtroppo, si parla troppo poco. Se siamo qui è perché la nostra comunità sente la necessità di condannare ogni forma di violenza ed auspica la Pace, un bene assoluto da perseguire costantemente, troppo spesso trascurato e minacciato”.

“Voglio ricordare, inoltre, che oggi celebriamo il Milite Ignoto, Quel soldato senza nome divenuto poi figlio e fratello di tutti noi, che rappresenta uno dei simboli più importanti su cui poggia il concetto di identità nazionale. L’omaggio alla memoria dei caduti italiani nella Grande Guerra, ma anche di tutte le guerre e missioni nazionali e internazionali. Non dobbiamo dimenticare inoltre, il grande lavoro svolto dalle Forze Armate in occasione delle emergenze e delle calamità che colpiscono il nostro Paese. Nei momenti più difficili emerge lo strettissimo legame che unisce i militari a tutti noi”.

Spazio a seguire a letture, poesie, riflessioni e canti a cura degli alunni dell’Istituto Comprensivo di Cattolica.

Nel pomeriggio, infine, si è deposta una Corona Commemorativa presso il Monumento ai Caduti, in Piazza IV Novembre al Parco della Pace. Anche qui è intervenuta la Sindaca Franca Foronchi con una delegazione della Giunta Comunale ed il Presidente del Consiglio, accompagnata dal Tenente dei Carabinieri Vincenzo Sirico e dai rappresentanti di Anmi e ANPI.