Cattolica, Consiglio Comunale: “staffetta” tra le fila della maggioranza

25

Per impegni di lavoro il Consigliere Marco Boresta cede il posto tra i banchi dell’Aula di Palazzo Mancini: “Ringrazio il Sindaco per questi anni di esperienza amministrativa”. Il Primo Cittadino Mariano Gennari: “Gli auguro il meglio per la sua professione”. Subentra in “squadra” Alberto Bertozzi

comune-di-cattolica-stemmaCATTOLICA (RN) – Nuovo “volto” da lunedì 30 novembre in Consiglio Comunale a Cattolica. Si ufficializzerà, infatti, durante la seduta prevista per l’inizio della prossima settimana la surroga che porterà Alberto Bertozzi a sedere tra i banchi della maggioranza subentrando al Consigliere dimissionario Marco Boresta.

“La nuova avventura professionale – spiega Boresta – che da qualche tempo ho intrapreso, con un grande marchio italiano dell’alimentare, ha notevolmente accresciuto i miei impegni lavorativi che non si conciliano con le responsibilità del Consigliere Comunale. Passo la staffetta ad una persona di grande valore. Ringrazio il Sindaco Gennari e tutta l’Amministrazione per questa esperienza alla guida della città. La mia stima per quanto fatto in questi quattro anni è davvero tanta, è stato un periodo di crescita personale che mi ha insegnato molto. Anche fuori dal Palazzo sarò pronto a sostenere l’azione amministrativa e sono sicuro che Alberto sarà un valore aggiunto”.

Alberto Bertozzi, classe 1968, è nato e cresciuto a Cattolica in una famiglia di albergatori e operatori turistici. Attualmente è operaio specializzato all’interno di una importante azienda cattolichina. “Ringrazio il Consigliere Boresta – ha commentato il Sindaco Gennari – per l’apporto e l’impegno che in questi anni ha mostrato dedicando tempo al lavoro amministrativo. Gli faccio i migliori auguri per la sua attività professionale e sono sicuro che sarà al nostro fianco anche se non siederà più in Aula Consiliare. Faccio un grande in bocca al lupo ad Alberto che sono sicuro, in questo ultimo scorcio di mandato elettorale, saprà svolgere egregiamente il ruolo di portavoce dei cittadini”.