Capodanno in tv, arrivano Belcanto e Banda cittadina

38

Tra i contributi per la diretta dal Comunale, quello della mezzosoprano Eleonora Filipponi e un altro della “Andrea Ferri”. Costo totale 120 mila euro, di cui 100 mila dalla Fondazione

MODENA – Con l’arrivo della mezzosoprano Eleonora Filipponi, allieva anche di Raina Kabaivanska al Vecchi-Tonelli, il Belcanto entra nel Capodanno modenese in tv. Insieme si sviluppa anche un progetto con la Banda cittadina di Modena “Andrea Ferri”.

Procede la costruzione del Capodanno in TV di Modena che sarà trasmesso in diretta sull’emittente Trc dal Teatro Comunale Luciano Pavarotti giovedì 31 dicembre, e prevede la messa in onda anche di performance registrate in luoghi della cultura e dello spettacolo, oggi chiusi al pubblico per la pandemia.

Gli organizzatori dell’agenzia modenese Studio’s, a cui è affidata la realizzazione del progetto, stanno definendo in collaborazione con il Comune gli abbinamenti tra luoghi e artisti partecipanti. Oltre a Paolo Belli e Big Band, la Banda Ferri, Alberto Bertoli, Eleonora Filipponi, i Modena City Ramblers, i Nomadi, e la lista non è ancora chiusa. Ciascuno di loro con la sua esibizione accenderà la luce su un luogo della cultura che i telespettatori potranno vedere nella trasmissione di Capodanno.

Per la realizzazione dell’iniziativa il Comune ha stanziato 120 mila euro complessivi, comprendenti anche la realizzazione di materiali e attività promozionali, con un contributo di 100 mila euro di Fondazione di Modena.

Eleonora Filipponi, classe 1992, comincia i suoi studi come corista e pianista. Dopo il debutto nel 2014, ha interpretato ruoli principali come Charlotte in “Werther”, Carmen, Dorabella in “Così Fan Tutte”, Isabella nella “Italiana in Algeri”, zia principessa in “Suor Angelica”, Zita in “Gianni Schicchi”. In ruoli comprimari è stata Flora nella “Traviata”, Mamma Lucia in “Cavalleria Rusticana”, Suzuki in “Madama Butterfly”, Giovanna e Maddalena in “Rigoletto”, Tisbe in “Cenerentola”. Si è inoltre esibita in concerti di musica sacra e di liederistica. Allieva della Scuola dell’Opera del Teatro Comunale di Bologna, sotto la guida di Luciana D’Intino, si perfeziona con Nadiya Petrenko e con Raina Kabaivanska al Vecchi – Tonelli. Nel 2021 sarà Varvara in “Kata Kabanova” e Tolomeo in “Giulio Cesare” al Teatro di Ulm, quindi sarà Wowkle nella “Fanciulla del West” al Teatro Comunale di Bologna.