Bologna si parlerà di Economia Circolare

60

Appuntamento a settembre con KABOOM

BOLOGNA – Obiettivo: intrattenere e avvicinare il pubblico a temi importanti come la sostenibilità ambientale, il cambiamento dei consumi e dei costumi e le responsabilità di ognuno.

“KABOOM: Laboratorio Urbano per la transizione circolare” è l’evento che il 12 e 13 settembre 2020 cambierà il volto di Piazza dell’Unità a Bologna.

Ideato e curato da SOS – School of Sustainability e Mario Cucinella Architects, KABOOM è patrocinato dal Comune di Bologna, Quartiere Navile, con il supporto di: WASP, Bologna Fiere Servizi, r3direct, Fondazione Innovazione Urbana, SCART, BackBo.

Simbolo della due giorni sarà un’installazione realizzata con oggetti riciclati che ospita una stampante 3D, il cui messaggio sarà mostrare come il modello “take-make-dispose” (estrarre, produrre, consumare e smaltire) possa evolversi con il passaggio al concetto “reduce-reuse –recycle” (ridurre-riutilizzare-riciclare).

Tante le attività previste per i due giorni in cui i giovani architetti e designer di SOS – School of Sustainability coinvolgeranno la comunità in un evento pubblico che mostrerà come generare nuovo valore partendo dal materiale più economico e invasivo: la plastica. I cittadini porteranno la propria plastica e ne scopriranno la storia, l’evoluzione e le “best practice” per una gestione più efficiente e creativa. Cortometraggi e dialoghi tra i protagonisti della città e del territorio contribuiranno a mettere in discussione il rapporto che vogliamo costruire tra le persone, l’economia e l’ambiente.

L’evento coinvolgerà anche gli studenti delle scuole superiori che parteciperanno a laboratori che stimoleranno la loro capacità di immaginarsi come futuri attori del cambiamento.