Bologna: scuola, inclusione sociale, biblioteche

44

Il Sindaco Virginio Merola scioglie le tre istituzioni nel segno della semplificazione amministrativa

Comune di BolognaBOLOGNA – La semplificazione amministrativa e lo snellimento delle procedure decisionali sono da sempre obiettivi dell’Amministrazione comunale, tanto più alla luce dell’emergenza sanitaria per il coronavirus, che va affrontata con una forte capacità di innovazione.

Per queste ragioni il Sindaco di Bologna, Virginio Merola, ha deciso di accelerare la decisione di sciogliere tre Istituzioni, riportando i servizi nella cornice organizzativa del Comune: l’Istituzione Educazione e Scuola (Ies) “Giovanni Sedioli”, l’Istituzione per l’inclusione sociale e comunitaria “Achille Ardigò e don Paolo Serra Zanetti” e l’Istituzione Biblioteche.

Mentre la Ies e l’Istituzione per l’inclusione sociale saranno sciolte il primo luglio 2020, dopo l’approvazione da parte del Consiglio comunale delle relative delibere licenziate oggi dalla Giunta, per l’Istituzione Biblioteche lo scioglimento è programmato alla fine di settembre, al termine del percorso di trasformazione dell’assetto organizzativo da costruire insieme al personale delle biblioteche comunali.