Bologna, la perfomance “a love song” il 24 luglio al Parco della Zucca

56

BOLOGNA – Prosegue la rassegna di eventi culturali “Attorno al Museo” organizzata in occasione del 40° anniversario della Strage di Ustica dall’Associazione Parenti delle Vittime, nel Parco della Zucca antistante l’ingresso del Museo per la Memoria di Ustica, in via di Saliceto 3/22 a Bologna.

Il prossimo appuntamento sarà venerdì 24 luglio alle ore 21.15 con a love song, nuova creazione di Simona Bertozzi appositamente ideata per questa occasione insieme a Marcello Briguglio, che vedrà la coreografa e danzatrice bolognese in scena insieme al danzatore e coreografo Daniele Albanese, alla cantante Angela Baraldi e alla compositrice e musicista Daniela Cattivelli, per dare vita a un progetto performativo che ibriderà danza, canto e musica live.

Lo spettacolo è una produzione Nexus 2020, realizzata con il contributo del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo e della Regione Emilia-Romagna, con il sostegno di Almastudios – Bologna.

“Pensare a un progetto per il quarantesimo anno della strage di Ustica ha fatto emergere, tra i molti riferimenti, una riflessione sul tempo.” – racconta Simona Bertozzi – “Tempo percepito nella pienezza e nella rotondità di quattro decenni, quelli che, nell’esperienza di vita, rappresentano il passaggio dalla spensieratezza alla maturità, e il tempo sospeso, congelato e pesantissimo di una crescita negata. Di una postura mai acquisita nel compiersi della verità e la cui eco arriva potentemente dalle voci e dalle parole sussurrate dell’opera di Christian Boltanski, nel Museo per la Memoria di Ustica. Intrecciando queste suggestioni ho pensato che il progetto potesse compiersi come un canto d’amore: per la leggerezza delle serate estive, delle canzoni che escono dalle finestre spalancate, del “vento caldo dell’estate”… e d’amore dolente, spezzato… inabissato»a love song prende forma nell’avvicendamento di presenze e azioni che, come i frammenti del DC-9, sembrano emergere da una distanza incolmabile. Canti, gesti reiterati e partiture danzate si susseguono per osmosi e scambio energetico, accostando leggerezza e vertigine, nutriti dal potenziale evocativo di alcune tra le canzoni più popolari dell’estate del 1980».

Simona Bertozzi

Coreografa, danzatrice e performer, Simona Bertozzi vive a Bologna, dove è si è laureata al DAMS.

Tra i progetti più recenti emergono: il Prometeo, composto da sei episodi coreografici tra cui And it burns, burns, burns finalista ai Premi UBU 2017 come Miglior Spettacolo di Danza, Anatomia creato con Francesco Giomi (Tempo Reale Firenze) e Enrico Pitozzi (Università di Bologna), Joie de Vivre coprodotto da ERT Emilia Romagna Teatro Fondazione, Fondazione Teatro Comunale di Modena e Nexus, in collaborazione con Fondazione Nazionale della Danza Aterballetto.

Nel 2019 vince il Premio Hystrio Corpo a Corpo e il Premio ANCT (Associazione Nazionale Critici di Teatro) per il percorso artistico e di ricerca segnato dal rigore e dalla radicalità.
simonabertozzi.it

Daniele Albanese

Dopo essersi formato come ginnasta e ballerino classico, consegue un BA presso la facoltà di teatro dell’ EDDC di Arnhem in Olanda (ora ArtEZ) e studia con i grandi maestri legati al postmodernismo americano tra i quali Steve Paxton, Eva Karkzag, Lisa Kraus, K.J. Holmes.
Lavora come interprete con Peter Pleyer, Tony Thatcher, Company Blu, Martin Butler, Mawson-Raffalt + Falulder-Mawson, Jennifer Lacey, Virgilio Sieni, Nigel Charnock, Karine Ponties, Enzo Cosimi.

Nel 2010 è vincitore del bando Fondo Fare Anticorpi e nel 2011 è il coreografo selezionato per la piattaforma DanceUnion @ Southbank Centre, London.

Il suo nuovo progetto solista HOME è stato presentato in forma di studio alla NID Platform 2019 a Reggio Emilia e attualmente è in fase di creazione e ricerca.
compagniastalker.com

Angela Baraldi

Le sue prime esperienze musicali risalgono agli inizi degli anni ottanta nei circuiti underground bolognesi.

Con Lucio Dalla comincia una collaborazione nel 1986 partecipando al tour americano “Dallamericaruso”, oltre a essere ritratta in foto nell’album Bugie e a una breve apparizione nel video del brano Luk tratto dal medesimo album.

Come corista affianca Gianni Morandi e Dalla nel tour DallaMorandi del 1988.

Nel 2000 firma un nuovo contratto discografico, che la porta nel 2001 a pubblicare Rosasporco, prodotto da Phil Palmer e Roberto Vernetti.

Nel 2008 è l’attrice di punta della miniserie Quo vadis, baby?, realizzata con la partecipazione di gran parte degli interpreti del film omonimo e trasmessa dal canale satellitare digitale SKY Italia. Lucio Dalla la chiama per il suo allestimento di The Beggar’s Opera di John Gay, in cui Angela recita insieme a Peppe Servillo, cantante degli Avion Travel. Lo spettacolo verrà ripreso e riprodotto in un DVD edito dalla casa discografica Ermitage con la produzione di Gianni Salvioni.

È ora in uscita l’Album Tornano Sempre prodotto da Giorgio Canali.
angelabaraldi.it

Daniela Cattivelli

Daniela Cattivelli è sound artist e compositrice di musica elettroacustica.
Il focus del suo percorso artistico è da anni orientato verso pratiche interdisciplinari con progetti in solo o in collaborazioni con artisti provenienti da altri linguaggi (arti visive, danza, teatro, performing art).

Affianca all’attività artistica quella didattica, è stata per molti anni docente del corso di sound design presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna ed attualmente insegna esecuzione ed interpretazione della musica elettroacustica presso il Conservatorio G.B. Martini di Bologna.

L’ingresso alla serata è a offerta libera.

La prenotazione è obbligatoria sul sito www.attornoalmuseo.it o telefonando nei due giorni precedenti lo spettacolo, dalle ore 15.00 alle 18.00, e il giorno dello spettacolo, dalle ore 18.00 alle 20.00, al numero telefonico 348 4021862.

In occasione dell’evento, il Museo per la Memoria di Ustica, che conserva i resti recuperati del velivolo DC9 e l’installazione permanente A proposito di Ustica concepita dall’artista Christian Boltanski in ricordo delle 81 vittime, osserva un’apertura straordinaria dalle ore 20.00 alle 23.00, con una visita guidata gratuita alle ore 20.00 a cura del Dipartimento educativo MAMbo.

La prenotazione è obbligatoria: tel. 051 6496611 oppure e-mail mamboedu@comune.bologna.it.
Numero max partecipanti: 7 persone.

La rassegna “Attorno al Museo” è promossa dall’Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica con Regione Emilia-Romagna, Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, Istituzione Bologna Musei | MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna | Museo per la Memoria di Ustica | Comune di Bologna-Quartiere Navile e fa parte di Bologna Estate 2020, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città Metropolitana di Bologna – Destinazione Turistica.

Main media partner RAI, media partner RAI Radio 3, main sponsor Gruppo Unipol.
Si ringrazia T-per, Legacoop Bologna, Gruppo Hera, Coop Alleanza 3.0.
I progetti sono realizzati in collaborazione con Cronopios, Officina Immagine, Bologna Jazz Festival.

Il programma completo degli appuntamenti di “Attorno al Museo” è disponibile sul sito www.attornoalmuseo.it.

Rassegna “Attorno al Museo” per il 40° anniversario strage di Ustica

40° anniversario della strage di Ustica
Rassegna “Attorno al Museo”
7 luglio – 10 agosto 2020
Parco della Zucca, Bologna

Venerdì 24 luglio 2020 h 21.15
a love song

Performance
Un progetto di Simona Bertozzi e Marcello Briguglio
Ideazione Simona Bertozzi
con Daniele Albanese e Simona Bertozzi (danza)
e con Angela Baraldi (voce); Daniela Cattivelli (composizioni sonore)

Una produzione Nexus 2020
Con il contributo di Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo e Regione Emilia-Romagna
Con il sostegno di Almastudios – Bologna

Nella foto da sinistra: Daniela Cattivelli, Angela Baraldi, Daniele Albanese, Simona Bertozzi