Bologna Jazz Festival celebra oggi i sessant’anni di jazz a Bologna

BOLOGNA – Martedì 20 novembre arriveranno al loro momento culminante, quello del concerto-saggio finale, le attività formative del Bologna Jazz Festival, il cui progetto didattico “Massimo Mutti” (dedicato al ricordo di chi rilanciò il festival jazz bolognese) giunge al sesto anno consecutivo, grazie al contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, in collaborazione con il Dipartimento Jazz del Conservatorio “G. B. Martini” di Bologna, il Liceo Musicale “L. Dalla”, il Liceo Artistico “F. Arcangeli” di Bologna, l’Accademia di Belle Arti di Bologna e BilBOlbul Festival Internazionale di Fumetto.

Alle ore 21.30 al Teatro Testoni si celebrerà il sessantennale del Festival Internazionale del Jazz di Bologna (andato in scena per la prima volta il 25 marzo del 1958 nei locali dell’Antoniano) con un concerto della Big Band del Conservatorio “G. B. Martini” di Bologna. Il programma di musiche di Herbie Hancock sarà affidato alla direzione di Michele Corcella, mentre alcuni dei più affermati solisti del panorama jazzistico felsineo si aggiungeranno come ospiti: Checco Coniglio, Teo Ciavarella, Silvia Donati, Pasquale Mirra, Piero Odorici e Jimmy Villotti. Questa esibizione, che si realizza grazie al sostegno della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, è frutto di un’esperienza didattica svoltasi presso il Conservatorio nei mesi di maggio, giugno e novembre, durante la quale la classe di arrangiamento del Conservatorio ha prodotto il repertorio che verrà eseguito.

Sempre al Teatro Testoni, alle ore 18, si ascolteranno e vedranno all’opera gli allievi del Conservatorio “G. B. Martini”, del Liceo Musicale “L. Dalla”, dell’Accademia di Belle Arti e del Liceo Artistico “F. Arcangeli” di Bologna diretti da Pasquale Mirra e Stefano Ricci. Trova così continuità dalla precedente edizione del festival il progetto SegnoSonico, organizzato con il sostegno della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, del MiBAC e di SIAE, nell’ambito dell’iniziativa “S’Illumina”. Questa sezione didattica è stata pensata per fondere gli universi espressivi della musica e del disegno sotto la direzione dal noto artista e illustratore Stefano Ricci e del musicista, compositore e improvvisatore Pasquale Mirra. Il workshop, della durata di una settimana ha visto in una prima fase i docenti e i relativi allievi lavorare separatamente: Ricci ha approfondito l’improvvisazione e la composizione istantanea nel mondo del disegno con gli allievi selezionati del Liceo Artistico e dell’Accademia di Belle Arti, mentre Mirra ha lavorato sugli stessi temi ma nell’ambito della musica contemporanea con gli allievi selezionati del Liceo Musicale e del Dipartimento Jazz del Conservatorio. Al Teatro Testoni le classi, per un totale di 24 studenti, si incontreranno per sperimentare quanto acquisito, incrociando le proprie creatività in una performance multimediale collettiva.

Grazie al contributo della Fondazione del Monte, in occasione della performance SegnoSonico verrà consegnato il Premio “Massimo Mutti”, consistente in borse di studio (due destinate agli allievi del Dipartimento Jazz del Conservatorio e altre due rivolte agli allievi del Liceo Musicale) che consentiranno ai giovani premiati di partecipare ai corsi internazionali di perfezionamento estivi 2019 realizzati dalla Fondazione Siena Jazz – Accademia Nazionale del Jazz.

Il Bologna Jazz Festival è organizzato dall’Associazione Bologna in Musica con il contributo di Regione Emilia-Romagna, Comune di Bologna, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione Carisbo, Gruppo Unipol, TPER, Città Metropolitana di Bologna, Bologna Città Creativa della Musica UNESCO, del main partner Gruppo Hera e con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori.

Teatro Testoni: via Giacomo Matteotti 16, Bologna

25 ottobre – 25 novembre 2018
Bologna, Ferrara, Modena
Concerti di martedì 20 novembre
Bologna, Teatro Testoni, ore 18
SegnoSonico – Premio “Massimo Mutti”
Direzione di Pasquale Mirra e Stefano Ricci
Con il sostegno della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e del MiBAC e di SIAE,
nell’ambito dell’iniziativa “S’Illumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”
ingresso libero fino a esaurimento posti

Bologna, Teatro Testoni, ore 21.30
Bologna Città di Jazz / 1958-2018
Sessant’anni di jazz a Bologna
Big Band del Conservatorio “G. B. Martini” di Bologna
Plays the Music of Herbie Hancock
with special guests Checco Coniglio, Teo Ciavarella, Silvia Donati,
Pasquale Mirra, Piero Odorici e Jimmy Villotti
Direzione di Michele Corcella
Con il sostegno della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna
ingresso libero fino a esaurimento posti

Informazioni:
Associazione Bologna in Musica
tel.: 334 7560434
e-mail: info@bolognajazzfestival.com
www.bolognajazzfestival.com

Presidente: Federico Mutti
Direttore artistico: Francesco Bettini

Ufficio Stampa: Daniele Cecchini
cell. 348 2350217
e-mail: dancecchini@hotmail.com

Biglietti:
Ingresso gratuito, non prenotabile e consentito fino a esaurimento posti.