Bologna in trasferta a San Donà

6

BOLOGNA – Dopo la bella prestazione contro Grottazzolina tra le mura del Pala Savena, la squadra di Bologna si prepara al doppio turno fuori casa, occupata per due weekend consecutivi nelle trasferte in terra Veneta. 

La prima tra queste sarà al Pala Barbazza, Domenica 14 Novembre alle ore 16.00, contro il Volley Team San Donà, squadra reduce da una grande vittoria contro l’Abba Pineto. La prestazione in Abruzzo, che ha sottratto a Pineto il titolo di capolista, dimostra come la campagine veneta sia particolarmente competitiva e capace di dominare anche tra le mura amiche delle favorite del girone bianco. 

Bologna arriva a San Donà dopo una sconfitta con una delle big del campionato dimostrandosi però un team coeso e capace di mettere in difficoltà anche le squadre in vetta alla classifica. 

La sfida tra le due formazioni sarà un’ulteriore banco di prova per i felsinei in cerca di muovere la classifica. “ Dobbiamo proseguire nel percorso di crescita fatto vedere lunedi- Spiega Federico Poli– dove, rispetto a Garlasco, abbiamo venduto cara la pelle. Ora l’ideale sarebbe vedere i risultati anche in termini di punti oltre che di prestazione.” 

I ragazzi di coach Andrea Asta dovranno mantenere alta la concentrazione sia in ricezione che in difesa prestando particolare attenzione ai due terminali d’attacco Merlo e Vaskelis. Per quanto riguarda il mindset della partita il libero rossoblu spiega: “Domenica dobbiamo mantenere l’approccio mentale e la capacità di continuare a soffrire che ha caratterizzato l’ultima partita aumentando gradualmente l’intensità: ora è d’obbligo!”

Andrea Cogliati: “ A San Donà dobbiamo portare con noi lo stesso atteggiamento visto lunedì. Anche loro sono un gruppo molto giovane ma hanno dimostrato di essere una squadra veramente ostica.”

Pietro Merlo ( Volley Team San Donà): “ La vittoria con Pineto ci ha dato una grande carica ma soprattutto tanta consapevolezza del fatto che possiamo giocarcela con tutti: questa squadra è stata creata da zero quest’anno, con giocatori che provengono da tutta Italia (e non) e che non avevano mai giocato assieme. Nessuno sapeva come questo gruppo si sarebbe comportato ma la partita di Pineto è stata l’ennesima conferma che questa squadra può puntare in alto. Alla partita contro Bologna arriviamo molto carichi ma sempre con i piedi per terra, abbiamo studiato la squadra e sicuramente non siamo qui per sottovalutarli, cercheremo di imporre il nostro gioco e di mantenere la concentrazione.”