Bologna Estate: le principali novità di giugno

22

BOLOGNA – Le principali novità di giugno

San Francesco di sera. Questa piazza è uno spettacolo! è la novità assoluta dell’estate che, dal 4 giugno al 15 agosto, nell’affascinante cornice di Piazza San Francesco, proporrà una rassegna di teatro a cielo aperto, dove grandi protagonisti della scena nazionale si alterneranno ad artisti e realtà emergenti del territorio, per tre sere a settimana dal venerdì alla domenica, in un palinsesto di appuntamenti a cura di Emilia Romagna Teatro Fondazione in collaborazione con la Rete per Piazza S. Francesco. Si inaugura il 4 giugno con La città è nostra! Così è la Bologna che vogliamo, scritto da Davide Carnevali e diretto da Riccardo Frati: uno spettacolo che vede in scena la Compagnia permanente di ERT Fondazione e le studentesse e gli studenti di vari istituti scolastici della città per la tappa conclusiva del più ampio progetto Così sarà! La città che vogliamo. Si prosegue con alcuni dei più noti nomi della scena, da Massimo Popolizio a Daniel Pennac, poi gli irriverenti Oblivion e, tra gli altri, i bolognesi Kepler-452, Archivio Zeta, Francesca Mazza e Angela Malfitano, il Teatro del Pratello e la Compagnia permanente di ERT. Spettacoli, incontri tematici con voci esclusive della cultura e della letteratura e reading d’autore: un’occasione per riscoprire il teatro nelle sue numerose e sorprendenti sfaccettature.

Le altre due principali Fondazioni culturali della città gestiranno piazze importanti del centro storico: Piazza Verdi sarà protagonista della stagione estiva del Teatro Comunale, che dalla metà di giugno in poi alternerà agli spettacoli in teatro una programmazione all’esterno sulla piazza, prevedendo tra le altre cose appuntamenti jazz con Jimmy Villotti e il Conservatorio G.B. Martini e la rassegna di racconti in musica Oceano di suoni.

Piazza Maggiore è come di consueto nel segno della Cineteca di Bologna, ma ospiterà anche in apertura d’estate le iniziative clou del cinquantesimo anniversario del DAMS.

Il grande schermo di Piazza Maggiore si accenderà con la tradizionale manifestazione Sotto le stelle del cinema il 23 giugno, e gli si affiancherà il nuovo ‘schermo gemello’ della Lunetta Gamberini  per portare il cinema fuori dal centro storico, in un’area verde del quartiere Santo Stefano, per dare la possibilità ad un pubblico sempre più ampio di partecipare. Due mesi di cinema – tra classici e scoperte contemporanee – fino al 14 agosto, come sempre gratuiti, da fruire in perfetta sicurezza grazie al sistema di prenotazioni. La 35ª edizione del festival Il Cinema Ritrovato si svolgerà invece dal 20 al 27 luglio – un mese in avanti rispetto alle consuete date di fine giugno, e durante il giorno sarà diffusa tra moltissime sale cittadine, tra cui la novità del Teatro Arena del Sole, offrendo un cartellone di meraviglie cinematografiche che attraverseranno 120 anni di storia.

Riapre i battenti con la Cineteca anche l’Arena Puccini, con il meglio di una stagione che ha sacrificato le sale e che ora ritrova la visione collettiva di fronte al grande schermo.

NOVA Bologna è la nuova proposta congiunta di cinque tra i principali attori della scena musicale bolognese (Estragon Club, Covo Club, Dumbo, roBOt Festival e TPO), riuniti per segnare un passo rispetto alla ripartenza della musica dal vivo in città nella nuova arena che sarà allestita a Dumbo, nel grande spazio di rigenerazione urbana all’ex scalo merci Ravone, con un’area concerti da mille posti, nel rispetto del distanziamento e dei protocolli sanitari dettati dal Covid, ospitando un cartellone di concerti di artisti nazionali e internazionali che aprirà il 22 giugno con l’amatissima band bolognese Lo Stato Sociale.

Dopo il successo del 2020, la compagnia teatrale Archivio Zeta sarà di nuovo di casa in una Villa Aldini messa in sicurezza, per la stagione estiva di uno degli spazi verdi più interessanti della città, con un ampio e articolato progetto di residenza artistica inosservanza, sviluppato anche insieme a MUVet, Home Movies e Massimo Carozzi, che prevede un programma di attività, incontri, momenti di socialità e dialoghi, tra cui visite guidate alla Rotonda della Madonna del Monte, in collaborazione con il FAI; gli appuntamenti con i libri intorno al tema del viaggio di A piedi nudi a cura della Biblioteca Cabral e gli spettacoli della nuova produzione SOTTOSUOLO, ultima tappa del progetto“Topografia Dostoevskij”.

In cartellone anche un progetto inedito, la rassegna LIBeRI che dà appuntamento a Villa Pallavicini per un interessante calendario di presentazioni di libri e incontri con grandi protagonisti della vita cittadina e non solo, e un omaggio a Piero Santi nel quinto anniversario della morte, a cura di Humus.