Bologna e i suoi territori pronti ad ospitare il 5 e 6 giugno 2021 le e-bike in gara a WES Bologna Appennino

33

BOLOGNA – Nel primo weekend di giugno Bologna e il crinale dell’Appennino diventeranno la capitale mondiale delle mountain bike elettriche grazie alla seconda tappa di WES, la Coppa del Mondo UCI dedicata alle e-mtb. I comuni bolognesi di Castiglione dei Pepoli e Camugnano faranno da palcoscenico alla manifestazione che accoglierà i più forti interpreti della neonata disciplina che, oltre all’aspetto agonistico, consente di rilanciare la promozione turistica dei territori montani con uno strumento alla portata di molti.

Hashtag: #WESWorldeBikeSeries #uciemtb #wesbologna #emtb #WES

Nata due anni fa nel solco tracciato dal circuito WES World E-bike Series, la Coppa del Mondo UCI di e-mtb è pronta ad accendere i fuochi della stagione 2021 con il consueto via della prima tappa dal Principato di Monaco. Dopo l’esordio monegasco di fine aprile, il circuito mondiale della mountain bike elettrica farà tappa in Emilia-Romagna, nello specifico a Bologna e sui sentieri dei comuni appenninici di Castiglione dei Pepoli e Camugnano nel weekend del 5/6 giugno.

Una disciplina, quella della e-mtb, che sta avendo una crescita più che esponenziale e che vede un impegno diretto dei brand costruttori di biciclette a pedalata assistita che trovano nelle competizioni di alto livello un momento topico per l’evoluzione della tecnologia e per la promozione della propria offerta.

Analogamente anche i territori che ospitano le competizioni colgono questa opportunità per mettere in vetrina la propria proposta di accoglienza turistica per biker e con essa la possibilità di scoprire la propria area a cavallo di biciclette a pedalata assistita.

SPORT INTERNAZIONALE E PROMOZIONE TURISTICA

Competizioni di livello internazionale come World E-bike Series sono senza dubbio di supporto alla promozione delle zone turistiche che li ospitano, mettendo in una vetrina internazionale le bellezze che le caratterizzano. Per questo motivo, WES Bologna Appennino 2021 del prossimo giugno, non sarà solo un momento di sport vissuto ad alti livelli, ma anche una occasione di visibilità e promozione del territorio. WES Bologna 2021 si presta ad essere un vero e proprio palcoscenico internazionale per la zona di Castiglione dei Pepoli e di Camugnano, sui cui territori è disegnato l’anello di gara dove oltre 20 team internazionali si sfideranno. La Regione Emilia-Romagna si conferma quindi terra con una forte vocazione per lo sport e la mobilità sostenibile.

«La nostra regione è lieta di ospitare un altro evento dedicato alle due ruote di caratura internazionale, che coniuga valorizzazione dell’area montana con la promozione della sostenibilità ambientale – sottolinea Giammaria Manghi, Sottosegretario alla presidenza della Regione Emilia-Romagna – un binomio quanto mai significativo che impreziosisce una competizione sportiva in grado di evidenziare a pieno titolo la bellezza del nostro territorio».

Un aspetto, quello ecologico, che è ormai imprescindibile per tutti gli eventi, territori e marchi che vogliono definirsi “green”.

CASTIGLIONE DEI PEPOLI, L’HEAD QUARTER DI WES BOLOGNA APPENNINO 2021

Il comune di Castiglione dei Pepoli ospiterà nel centro storico di Piazza della Libertà, il quartier generale dell’evento e le cerimonie di premiazione, oltre che parte del tracciato della gara. Questo splendido borgo immerso nel verde è il punto di partenza per diverse escursioni a piedi o in mountain bike.

«La rivoluzione della e-bike può essere quell’innovazione tecnologica che ci aiuta a rivalorizzare, attraverso il turismo legato alle esperienze autentiche rispettose dell’ambiente, il turismo in appennino – commenta Maurizio Fabbri, Sindaco di Castiglione e Presidente Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese – e il fatto che WES abbia scelto il nostro territorio considerandolo ideale per questa pratica sportiva ci stimola ad investire su questo nuovo prodotto turistico».

Partendo dal centro storico, dove si può ammirare, tra le tante bellezze storiche, il cinquecentesco Palazzo Comitale dei Conti Pepoli, si possono raggiungere caratteristiche frazioni dislocate su vari versanti dell’Appennino bolognese, come Baragazza e il Santuario di Boccadirio, Monte Tarantella e il lago omonimo, fino a Sparvo e Creda, ammirando panorami mai uguali tra loro.

IL PARCO REGIONALE DEI LAGHI DI SUVIANA E BRASIMONE

Un secondo pilastro dell’evento WES Bologna Appennino 2021 sarà il comune di Camugnano e il Parco dei Laghi di Suviana e Brasimone, un vero paradiso per bike ed escursionisti, la cui zona sarà vetrina importante per gli eventi collegati e la cornice naturale ideale per gli appassionati che seguiranno l’evento.

«In questo periodo così complicato, condizionato da una pandemia globale il nostro territorio può rappresentare per tante persone un luogo ideale per vivere in un contesto a misura d’uomo – commenta – ricorda Ubaldo Lazzari, Vicesindaco di Camugnano e Presidente Parco dei Laghi di Suviana e Brasimone – e in questo territorio il Parco Regionale dei Laghi di Suviana e Brasimone gioca un ruolo di assoluto protagonista: insiste per quasi la sua totalità nel territorio di Camugnano e grazie a tre laghi, un ecomuseo diffuso con oltre 30 km di sentieri tracciati diventa per gli appassionati di mountain biking e trekking una meta ideale a un’ora da Bologna e Firenze».

LA E-BIKE COME STRUMENTO DI ATTRAZIONE

L’e-bike, oltre che una rivoluzione per la mobilità e lo sport è anche uno straordinaria occasione per costruire prodotti turistici che possano valorizzare territori ricchi di emergenze ambientali da connettere ai centri cittadini.

«Il ritorno in Appennino di WES World E-Bike Series è una notizia molto importante: si tratta di un evento sportivo che si svolge a contatto con la natura, in un luogo straordinario e che permette di portare visibilità al territorio – aggiunge Matteo Lepore, Assessore al Turismo di Bologna e Presidente Destinazione Turistica Bologna-Modena – Un valore strategico per lo sviluppo economico e sociale del territorio e il suo posizionamento nazionale e internazionale”.