Bologna, due ragazzi alla guida senza patente di un’auto del car sharing

31

All’alt della Polizia Locale, si sono dati a una pericolosa fuga contromano in via Altobelli

polizia- municipaleBOLOGNA – Un ragazzo diciottenne senza patente alla guida di un’auto del car sharing Corrente assieme a un minore scappa all’alt della Polizia Locale, va a sbattere contro una colonnina e fuggono a piedi lungo il Reno. I due sono stati rintracciati risalendo all’ultimo utilizzo dell’auto, che era stata sbloccata usando il documento della madre di uno dei due, forse a sua insaputa.

Giovedì 20 agosto, in seguito a una segnalazione, la Polizia Locale in borghese ha provato a fermare per un controllo un’auto del car sharing Corrente con a bordo due ragazzi all’incrocio tra le vie Altobelli e Gnudi. Davanti alla paletta, l’auto si è data alla fuga in contromano lungo via Altobelli ed è stata abbandonata dopo essere andata a sbattere contro la colonnina di un passo carraio all’incrocio con via Bertocchi. La fuga dei ragazzi è continuata nel parco lungo il Reno, dove sono stati visti nascondersi per poi far perdere le loro tracce.

La Polizia Locale ha subito richiesto al gestore i dati dell’ultimo utilizzatore del veicolo, risalendo alla madre del diciottenne, che si è detta inconsapevole del furto di identità. L’altro ragazzo, di diciassette anni, si è presentato accompagnato dalla madre e per entrambi la denuncia è di resistenza, mentre si valutano altri eventuali reati e danni legati al veicolo.

L’ultimo aggiornamento del regolamento di utilizzo di Corrente prevede misure contro il furto d’identità. La guida dei veicoli Corrente, come per ogni altro servizio di autonoleggio, è consentita esclusivamente al titolare del contratto. In caso di uso improprio dell’auto condivisa per responsabilità del titolare del contratto, Corrente provvede alla chiusura del profilo dell’utente e si riserva di agire per il risarcimento dei danni eventualmente causati.

Corrente ha, inoltre, intrapreso una campagna di sensibilizzazione tra gli iscritti e sui social per focalizzare in modo particolare l’attenzione sull’uso del pin personale. La campagna ricorda che il codice del noleggio dell’auto è strettamente personale e va tenuto segreto. È una responsabilità individuale non condividerlo con nessuno.