Bilancio positivo per la missione dell’Università di Parma a Dakar

5

Si è conclusa la missione del CUCI per promuovere l’inclusione scolastica in Senegal

PARMA – Bilancio positivo per la missione dell’Università di Parma a Dakar. Si è conclusa la missione del CUCI, Centro Universitario per la Cooperazione Internazionale dell’Ateneo, volta alla realizzazione di un master on line rivolto a insegnanti di tutta l’area francofona africana che permetta di acquisire competenze sul tema dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità.

Le giornate di lavoro hanno visto l’incontro tra i docenti dell’Ateneo Nadia Monacelli e Dimitris Argiropoulos con Baba Dieng, Barrell Gueye e Idriss Diop, docenti del Fastef, la Facoltà di Scienze dell’Educazione e della Formazione dell’Ucad, l’Università di Dakar. In queste giornate i docenti hanno definito i contenuti dei moduli on line e i momenti in presenza del master.

“Sono molto contenta di questa missione – ha dichiarato Nadia Monacelli, Direttrice del CUCI –: ha rinsaldato i rapporti che esistevano già tra noi e l’Ucad, prospettando un consolidamento e uno sviluppo delle mobilità bilaterali di docenti e studenti. Inoltre, dal punto di vista dei contenuti relativi a questo progetto, è importante sottolineare la reciprocità dei vantaggi che derivano da questa collaborazione: i colleghi dell’Ucad hanno competenze che per noi sono importanti, tra le quali quella di riuscire a trovare soluzioni efficaci in un contesto di risorse limitate, mentre  noi veniamo da una realtà dove il tema dell’inclusione scolastica è molto avanzato in termini di politiche e strategie implementate”.

Per quanto riguarda la realizzazione di un Centro di Risorse sulla scuola inclusiva la discussione ha riguardato soprattutto la questione su come il modello di Centro Documentazione Handicap della cooperativa sociale Accaparlante di Bologna possa adattarsi a una realtà come quella del Senegal che deve realizzare un’esperienza centralizzata dato che le risorse informatiche e di persone sono per adesso tutte collocate nell’area metropolitana di Dakar.